Valoreazioni
Pubblicato da: Investitore - il: 14-02-2017 18:16 Aggiornato il: 17-01-2018 11:24

Investire sui dividendi con il CFD Trading

I dividendi sono probabilmente l’aspetto più interessante dell’investimento in Borsa. Se oggi comprare azioni sul mercato ha ancora un senso è perchè esistono ancora tante quotate che staccano il dividendo azionario. Contrariamente a quello che si può pensare però, investire sui dividendi è consigliato non solo a chi sceglie di acquistare direttamente azioni ma anche a chi decide di giocare in Borsa con il Cfd Trading.

Questa guida su come investire nei dividendi è dedicata ad entrambe le categorie di investitori. Ci occuperemo anzitutto delle strategie per guadagnare con i  dividendi azionari. Successivamente punteremo anche la nostra attenzione sui vantaggi di fare trading di Cfd sulle azioni che staccano il dividendo. Il trading di Cfd è infatti lo strumento che permette di beneficiare dello stacco del dividendo senza caricarsi dei doveri che implica l’essere azionista di una società quotata.

Investire nei dividendi oggi

Secondo una recente nota di Allianz Global Investors, i dividendi continuano ad essere ancora oggi la molla per investire in Borsa. Non è un mistero, infatti, che gli investitori scelgano spesso di comprare azioni alla luce delle stime sui singoli dividendi azionari. Stando alle indicazioni sul 2017 (esercizio 2016), l’ammontare complessivo dei dividendi che saranno staccati dalle società che compongono l’MSCI Europa dovrebbe essere pari a 315 miliardi di euro. Si tratta di un dato in aumento rispetto ai 302 miliardi di un anno fa. Un vero e proprio record!.

Ma non è questo il solo vantaggio della decisione di investire in dividendi. Puntare sulle cedole azionarie oggi, infatti, conviene anche perchè i dividendi sono un ottimo strumento per ammortizzare l’alta volatilità che caratterizza i portafogli azionari. In tempi di turbolenza finanziaria, quindi, c’è più di un motivo valido per investire oggi sui dividendi.

Come investire sui dividendi

Le strade a disposizione per investire sui dividendi azionari sono essenzialmente due. Da un lato, infatti, c’è la strategia nota Dividend Growth Investing (DGI) e dall’altro c’è il trading di Cfd. Si tratta di due soluzioni molto diverse tra loro, ciascuna dei quali presenta vantaggi e svantaggi che andremo ad esaminare.

Prima di iniziare questo confronto, però, è consigliabile subito avere sotto mano gli strumenti operativi per poter procedere. Per questo consigliamo di aprire un conto demo su una delle migliori piattaforme di Cfd Trading. Il conto demo è assolutamente gratuito e non vincolante. Esso aiuta a capire come investire oggi sui dividendi.

CONTO DEMO

Apri un conto Markets.com

Prova il trading CFD e guadagna con i dividendi aprendo un conto demo! Scopri come è facile e veloce fare trading con un broker regolamentato ed autorizzato!

Investire in dividendi e reinvestire in azioni

 

Per ottenere dei rendimenti interessanti sul lungo periodo c’è a disposizione una strategia che è poco conosciuta ai più. Si tratta della Dividend Growth Investing (DGI). Concretamente questa strategia si articola in due distinti passi. Si investe oggi sui titoli che pagano dividendi (dividend stock), con l’obiettivo di utilizzare poi la remunerazione per reinvestire sugli stessi titoli.

La strategia DGI non è ovviamente adatta per tutti i tipi di società. Un investimento simile ha senso solo se si punta su aziende solide e diversificate. Non stiamo quindi parlando delle banche italiane ma di colossi del calibro di Coca-Cola o McDonald. Ma perchè la Dividend Growth Investing non è adatta per tutte le azioni remunerative? La spiegazione è facilmente intuibile. Per investire così nel lungo periodo è necessario che i titoli finiti nel mirino garantiscano, storicamente, un costante aumento del dividendo. Dati alla mano i colossi che aumentano da anni sempre il loro dividendo sono davvero pochi e si tratta di società americane.

Comprare azioni prima del dividendo

Per comprare azioni prima del dividendo non servono tanti fondi a disposizione. E’ questa una delle peculiarità della Dividend Growth Investing. Investire in dividend stock, quindi, anche con poche risorse a disposizione. Quello che è importante valutare con attenzione è la propria posizione finanziaria. Investire sui dividendi è una attività che richiede tempo per la maturazione di una remunerazione. Per questo motivo se non si è sicuri che per almeno 10 anni quei fondi resteranno bloccati, allora è meglio puntare su altri asset e non sui dividend Stock.

Mai come nel caso dei dividendi, quindi, è assolutamente necessario investire solo somme di cui si può fare comunque a meno. Non solo. Altra condizione per comprare azioni prima del dividendo è che l’investimento possa essere sostenuto nel corso del tempo. In pratica è necessario investire con regolarità su quei titoli che presentano una continua ascesa della cedola.

Migliori dividendi su cui investire oggi

Ma come è possibile individuare i migliori dividendi sui cui investire oggi? Ci rendiamo conto che questa è un pò la domanda delle domande ma anche per questo interrogativo esiste una risposta. Per trovare i migliori dividendi è necessario guardare al Dividend Yield ovvero al rapporto tra il dividendo annuale corrente e il prezzo corrente del titolo. Solo guardando al Dividend Yield è possibile evitare errori che altrimenti sarebbero molto frequenti. Ad esempio uno sbaglio tipico di chi investe sui dividendi è quello di considerare solo le cedole più alte!

Il Dividend Yield, però, non va comunque sopravvalutato. Molto spesso, infatti, un dividend yield troppo elevato è sintomatico di una azienda che è addirittura in crisi. Per evitare di incappare in errori di questo tipo è sempre been guardare anche a quello che è lo stato di salute dell’azienda stessa. Conti, stime sui risultati, giudizi degli analisi, presenza di dati su ordini / nuove commesse / vendite devono essere attentamente esaminati per individuare i migliori dividendi su cui investire oggi.

Guadagnare coi dividendi

Per guadagnare con i dividendi c’è un fattore che è assolutamente necessario tenere in considerazione. Si tratta del Payout Ratio. Con questo termine si indica nel mondo finanziario il rapporto tra utili e dividendi distribuiti. Se il Payout Ratio è inferiore al 70%, allora la società quotata potrebbe avere una nuova crescita degli utili. Se, invece, il Payout Ratio è pari al 100%, allora non c’è spazio per ulteriore crescita degli utili. Ovviamente un Payou Ratio che arriva al 100% è del tutto ipotetico poichè questo significherebbe che quell’azienda distribuisce dividendi superiori agli stessi utili!

Una volta chiarito cosa è il Payout Ratio, abbiamo tutti gli strumenti necessari per capire come guadagnare coi dividendi. Per farlo facciamo un esempio. Immaginate di comprare azioni a un prezzo unitario pari a 100 USD. Queste azioni pagano un dividendo annuo pari a 5 USD. Avrete quindi un rendimento del dividendo del 5%. Se il payout dovesse crescere del 7% per 10 anni, il dividendo unitario arriverebbe a 7,88 euro. In una situazione simile il dividend yield effettivo sarebbe pari al 7,8%. Il rendimento effettivo ossia il guadagno generato del dividendo è dato dal livello assoluto del dividendo attuale meno la somma spesa per eseguire l’acquisto.

Tanto più la società è salito e ha ottime prospettive tanto maggiore è il rendimento effettivo che è possibile guadagnare con il dividendo. Capito adesso perchè è meglio puntare sui dividendi Coca Cola, etc?

Investire sui dividendi con il Cfd Trading

Diventare azionisti di una società implica tutta una serie di doveri a cui siete soggetti in quanto “proprietari” di una quota dell’azienda stessa. Se quindi si sceglie di comprare azioni per investire sul dividendo è sempre bene mettere in conto tutto quello che l’acquisto implica. La stessa procedura di esecuzione dell’operazione non è affatto semplice oltre poi al discorso relativo alla tassazione dei dividendi. Alle spese da sostenere a titolo di pagamento imposte ci sono poi le spese dovute per la consulenza ricevuta, tipiche dell’acquisto di azioni tramite banche o Sgr.

Per evitare tutto questo la strada migliore da seguire è il trading Cfd. Non tutti sanno che è possibile incassare i dividendi anche senza essere azionisti di una società. Questo vantaggio è possibile perchè, contrariamente a quello che si può pensare, i Cfd pagano i dividendi.

Quindi chi fa trading online beneficia dello stacco delle cedole. Ovviamente questo passaggio non è automatico.

Puoi provare a fare trading con i CFD grazie al broker Plus500, considerato come uno dei migliori oggi presenti sul mercato.

CONTO DEMO

Apri un conto Plus500

Prova il trading CFD su azioni con il conto demo del broker Plus500 regolamentato ed autorizzato!

Considera che al di la di tutto, investire nel trading online potrebbe anche comportare la perdita del capitale investito a seguito di una posizione chiusa in negativo.

In pratica è necessario tenere aperta una posizione sul titolo che quel giorno ha in programma lo stacco del dividendo per vedersi accreditare sul proprio conto il valore della cedola. Un meccanismo quasi automatico che solo con il trading di Cfd è possibile.

I CFD pagano dividendi

Abbiamo assodato che i CFD pagano i dividendi. Ma come è possibile, concretamente, guadagnare con i dividendi nel CFD Trading? Bisogna considerare quella che è l’entità della posizione aperta dal trader. Se l’investitore ha aperto una posizione long, allora sul conto trading ci sarà un profitto. Viceversa, se il trader ha attivato una posizione short su quel titolo, allora sul conto ci sarà un segno negativo. Con il trading di CFD, quindi, si può guadagnare con i dividendi ma si può anche perdere!

Per schematizzare al massimo:

  • Se è stata aperta una posizione short ed essa resta operativa anche nel giorno dello stacco del dividendo, allora ci sarà un guadagno
  • Se è stata aperta una posizione long ed essa resta operativa anche nel giorno dello stacco del dividendo, allora ci sarà una perdita sul capitale detenuto nell’account

Investire nei dividendi conclusioni

Adesso che vi abbiamo spiegato come guadagnare con i dividendi nel CFD trading, sta a voi scegliere che strada seguire. Come abbiamo visto in precedenza essere azionisti per guadagnare con i dividendi non è sempre consigliabile. Se si vogliono evitare i tanti doveri connessi alla titolarità delle azioni, è meglio preferire il trading di Cfd.

Per guadagnare con quelli che vengono definiti come dividendi CFD è sempre bene però seguire alcuni consigli specifici. Anzitutto è bene tenere ben impresso il calendario relativo agli stacchi delle cedole. Questi appuntamenti, infatti, sono noti già a partire dal giorno in cui vengono annunciate le decisioni sui dividendi. Il consiglio, quindi, è quello di appuntarsi questi eventi e implementare una strategia trading tesa a farsi trovare con una posizione long sul titolo.

Poichè nel CFD trading il numero di azioni disponibili ingloba titoli europei ma anche della Borsa di Wall Street, potenzialmente si può impostare la propria strategia trading proprio su più dividendi. Stacchi spalmati nel corso del tempo rappresentano altrettante occasioni di trading.


Migliori piattaforme di Trading & Forex
# Broker Dettagli
1eToro Licenza: CySEC
Conto demo gratuito
Deposito min: 50 $
DEMO
Opinioni eToro 5 stelle
2IQ Option Licenza: CySEC
Conto demo gratuito
Deposito min: 10 €
DEMO
Opinioni IQ Option 5 stelle
324Option Licenza: CySEC
Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni 24Option 5 stelle
4ITRADER Licenza: CySEC, MiFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 250$
DEMO
Opinioni ITRADER 5 stelle
5Alvexo Licenza: CySEC
Conto demo gratuito
Deposito min: 500 €
DEMO
Opinioni Alvexo 5 stelle
6Dukascopy Licenza: FCMC - MiFID
Conto Demo ECN gratuito - data feed completo
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni Dukascopy 5 stelle
*per singolo trade vincente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Termini di ricerca:

  • comprare azioni plus 500 dividendo

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

Valoreazioni.com

conto demo