Valoreazioni
Pubblicato da: Investitore - il: 30-11-2016 12:24 Aggiornato il: 01-12-2016 17:46

Trading CFD sugli indici: previsioni e strategie con referendum. Le migliori azioni da comprare

La Borsa di Milano non sta attraversando un momento favorevole. Le forti vendite che stanno affossando i bancari, infatti, stanno determinando anche un progressivo calo dell’indice Ftse Mib. Il trend ribassista in essere rappresenta una occasione per chi fa trading di Cfd. Non è quindi un caso che in queste ultime settimane, il numero delle posizioni aperte sul Ftse Mib sia in costante aumento.

borsa-e-referendum

Sono infatti tanti gli investitori che sulle piattaforme di Forex & Cfd Trading scommettono sull’andamento dell’indice di riferimento di Piazza Affari. Del resto per guadagnare puntando sul Ftse Mib non è necessario scommettere solo sul suo aumento. Con il trading di Cfd, infatti, si può andare long o short. Ogni trader, infatti, può puntare sull’aumento o sulla diminuzione del Ftse Mib in un range di tempo preciso.

Per guadagnare con il trading di Cfd il miglior alleato è quindi la volatilità. Maggiori sono le variazioni di prezzo, più corpose sono le occasioni di trading.

In questo periodo, grazie al clima di attesa per l’esito del referendum costituzionale del 4 dicembre, il Ftse Mib sta segnando movimenti molti interessanti. Lo spazio per guadagnare con il Cfd trading, quindi, c’è. Ma quali sono le previsioni sull’andamento della Borsa di Milano nei prossimi giorni. E come è possibile guadagnare scommettendo sul Ftse Mib? In questo articolo daremo una risposta a queste domande.

Borsa Italiane e referendum

ftse-mib

L’approssimarsi del referendum costituzionale del 4 dicembre prossimo sta zavorrando il paniere di riferimento di Piazza Affari. Se si va a guardare ai grafici sull’andamento della Borsa di Milano, il pessimismo è d’obbligo. Nell’ultimo mese, infatti, il Ftse Mib ha rimediato un calo del 5%. Ancora peggio la performance nell’ultimo anno con il Ftse Mib in flessione del 26%.

Il confronto tra il trend della borsa di Milano e quello di Wall Street è impietoso. Mentre il Ftse Mib sembra essere incapace di risalire, gli indici americani hanno aggiornato spesso i loro record. Dinanzi ad una simile situazione, l’investitore medio italiano sarebbe inevitabilmente portato ad un’unica deduzione: inutile investire in azioni italiane almeno fino all’esito del referendum.

Questo ragionamento lo stanno facendo davvero in tanti anche se, ad onor di cronaca, non è tanto l’esito del referendum a ridurre l’attitudine al rischio. Il mercato italiano è oggi nervoso perchè ha paura dell’incertezza che il voto (sia esso un Si o sia esso un No) potrebbe creare. I timori sono poi ingigantiti dalla dinamica del titoli di stato con lo spread btp bund di nuovo in aumento e dalla scure del debito che è la spada di Damocle sull’Italia. In pratica ci sono tutta una serie di elementi alla base del comportamento degli investitori in queste calde settimane.

Ftse Mib previsioni

borsa

Quello che più sta caratterizzando l’andamento attuale della borsa di Milano è l’assenza di compratori. Una situazione quasi paradossale se si tiene conto che Piazza Affari non riesce a trovare supporti neppure dal rally di Wall Street. Sono settimane che il Ftse Mib si muove in un’area compresa tra i 16000 e i 16500 punti. Non ci sono allunghi e eventuali scatti in avanti sono immediatamente monetizzati. Alla luce del contesto generale, le previsioni sul Ftse Mib non possono essere positive almeno fino al referendum. Dopo la consultazione, poi, si potrebbe entrare in un momento ancora più incerto.

Indipendentemente da quello che sarà l’esito del voto, infatti, è ipotizzabile l’attivazione di un trend ancora più incerto se dal referendum non dovessero emergere dati chiari. Come hanno messo in evidenza alcuni analisti, infatti, se il referendum dovesse avere contraccolpi politici, inevitabili sarebbero le tensioni sui mercati.

E’ la stessa esperienza del passato recente a sostenere questa ipotesi. Tutte le volte che il mondo politico è stato incapace di dare risposte, la speculazione ha attecchito con maggiore facilità.

Questo quadro di per sè poco edificante sarebbe poi destinato ad avere ulteriori complicazioni alla luce del momento particolare che le banche italiane stanno vivendo. Quando si parla di previsioni di borsa a seguito del referendum costituzionale non si deve dimenticare che ci sono ben due banche alle prese con delicate operazioni di salvataggio. Insomma, tutto il quadro generale sembra essere profondamente incerto.

Trading Cfd sull’indice Ftse Mib

ftse-mib-markets

Quando si parla di incertezza si fa riferimento alla volatilità. Questa situazione è il terreno ideale per chi vuole fare trading di breve termine. Lo strumento attraverso il quale approfittare dei repentini cambi di direzione del Ftse Mib sono i Cfd. Oggi tutte le migliori piattaforme di Forex & Cfd trading permettono di scommettere sull’andamento dei più importanti indici. Tra questi vi è appunto il Ftse Mib.

Ovviamente la possibilità di guadagnare sfruttando le variazioni anche intraday del Ftse Mib non è dovuta al caso. Prima di aprire un trade, quindi, è necessario condurre una accurata analisi tecnica. Leggere il grafico sull’andamento del Ftse Mib significa constatare, restando nel breve termine, che il principale indice italiano da circa 8 sedute sta continuando a mantenersi nella parte bassa del canale laterale in cui è entrato. La strategia che si intende seguire non può quindi prescindere dall’osservazione dei segnali di trading. Per captare questi segnali, quello che occorre è tanta pratica. Per questo motivo il consiglio è sempre quello di utilizzare un conto demo prima di giocare in borsa da casa con denaro reale.

CONTO DEMO

Apri un conto Markets.com

Prova
a fare trading con i Cfd scommettendo sull'andamento del Ftse Mib! Scopri come è facile e veloce fare trading con un broker regolamentato ed autorizzato!

Investire in azioni con referedum

azioni-value

Quali azioni comprare in vista del referendum del 4 dicembre? E ancora su quali azioni investire in attesa di conoscere l’esito del voto? Sono queste le grandi domande che stanno animando il dibattito tra analisti e investitori. La richiesta di consigli e previsioni su cosa fare in borsa in vista del referendum è così pressante anche a causa dell’oggettiva ristrettezza di orizzonti che Piazza Affari offre. Come noto, infatti, la nostra borsa è dominata dal peso dei bancari e le banche, in questo momento, sono le grandi “malate” per tutti. Spunti interessanti sulle azioni da monitorare, però, non mancano. Rientrando in questo piccolo gruppo di titoli interessanti Generali e Buzzi Unicem.

Generali Assicurazioni potrebbe tenere l’area 11 euro ancora per qualche seduta. Se questo segnale potenzialmente long fosse confermato, si potrebbe pensare di aprire posizioni nel brevissimo periodo. Questo consiglio varrebbe però in ottica molto ristretta e quindi in una strategia intraday o al massimo rivolta a 2 sedute.

Trading Cfd su Buzzi Unicem

buzzi-unicem

Buzzi Unicem rispetto a Generali offre più elementi di solidità. Il trend di fondo è long e numerose sequenze positive stanno caratterizzando l’andamento dell’ultimo periodo. Gli acquisti sul colosso cementifero sono sostenuti dalla vittoria di Trump alle elezioni Usa. Ovviamente il rally innescato dal giorno in cui il candidato repubblicano si è imposto non è stato casuale. Buzzi Unicem ha tratto beneficio dalla vittoria di Trump perchè è in lista per l’esecuzione di una serie di importanti lavori pubblici che varranno messi in cantiere alla luce delle politiche interventiste annunciate dal neo-presidente americano.

Ma cosa dicono i grafici sulla quotazione Buzzi Unicem? Dopo la rottura della resistenza in area 20 euro, sembrerebbe essere emerse una accentuata debolezza di breve periodo. In questo contesto potrebbe essere l’area compresa tra 19,6 e 19,7 euro a svolgere una funzione di supporto. Non è comunque da escludere che proprio il referendum di domenica possa portare la quotazione di Buzzi Unicem a ritracciare.

In questo contesto il consiglio operativo è quello di tenere sotto monitoraggio Buzzi Unicem e magari attendere il raggiungimento di livelli più bassi prima di aprire una posizione. Un livello attorno al quale si può pensare di intervenire è quello compreso tra i 18,65 e i 18,4 euro. E’ ipotizzabile che in questa area Buzzi Unicem possa centrare dei minimi più alti.

CONTO DEMO

Apri un conto Plus500

Prova a fare trading di Cfd con Buzzi Unicem usando il conto demo! E' gratuito! Scopri come è facile e veloce fare trading con un broker regolamentato ed autorizzato!

Azioni da non comprare con referendum

cfd-intesa-sanpaolo

La nostra decisione di inserire nel paniere delle idee di trading di oggi titoli che possono essere  ritenuti secondari come Generali e Buzzi Unicem non è da considerarsi assolutamente casuale. Il fatto è che con l’avvinarsi del 4 dicembre, investire nelle azioni delle banche è decisamente rischioso. Prendiamo come esempio le big Unicredit e Intesa Sanpaolo.

La prima viene guardata con diffidenza quasi in modo automatico alla luce della particolare situazione che sta vivendo ma anche per quello che riguarda la seconda non mancano elementi di preoccupazione. Il titolo recentemente è riuscito a mettere a segno nuovi massimi di periodo, allontanandosi però da quelli che sono i minimi mensili.

Dal punto di vista grafico ci sono dei supporti su livelli leggermente più bassi rispetto alla soglia psicologica dei 2 euro. Ora è ovvio che, in tempi normali, Intesa Sanpaolo sarebbe da comprare puntando su una risalita oltre i 2 euro. Il clima di attesa per l’esito del referendum, però, suggerisce prudenza perchè non è affatto certo che la resistenza regga. In altre parole c’è la possibilità che il muro dei 2 euro non sia capace di reggere la spinta ribassista.

La situazione in cui si muove Intesa Sanpaolo, quindi, risente troppa da vicino dell’influenza del referendum. E’ ovvio che se Intesa si muove in questa scenario, Unicredit non può che fare peggio alla luce della posta in gioco.

Tutto quello che abbiamo detto cosa suggerirebbe a chi fa trading di Cfd sulle azioni bancarie? Come nel caso dell’acquisto in borsa tradizionale, anche investendo in Cfd si deve mettere in conto un alto livello di rischio.

Gli scenari di queste sedute che stanno precedendo il referendum del 4 dicembre sono infatti imprevedibili. Sia nel caso di Unicredit, che nel caso di Intesa Sanpaolo, sono possibili repentini cambiamenti di trend. Gli analisti, proprio per questo motivo, suggeriscono di tenersi alla larga per alcuni giorni. Ovviamente però questo è un consiglio da prendere con le molle perchè il trading di Cfd riserva guadagni interessanti proprio in questi contesti.

Non si dimentichi, per finire, che in questi casi l’ideale è sempre confrontarsi con altri traders. Tutto questo è possibile utilizzando la piattaforma eToro, primo broker di social trading.

CONTO DEMO

Apri un conto demo eToro

Prova il social trading forex & CFD aprendo un conto demo! Scopri come è facile confrontarsi con altri investitori e fare trading con un broker regolamentato ed autorizzato!


Migliori piattaforme di Trading & Forex
# Broker Dettagli
1Markets Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni Markets 5 stelle
224Option Licenza: CySEC
Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni 24Option 5 stelle
3eToro Licenza: CySEC
Social Trading
Deposito min: 200 $
DEMO
Opinioni eToro 5 stelle
4IQ Option Licenza: CySEC
Conto demo gratuito
Deposito min: 10 €
DEMO
Opinioni IQ Option 5 stelle
5Plus500 Licenza: FCA-CySEC-ASIC
Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni Plus500 5 stelle
6BDSwiss Licenza: CySEC
Premi ed offerte speciali
Deposito min: 10 €
VAI
Opinioni BDSwiss 5 stelle
*per singolo trade vincente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

Valoreazioni.com

conto demo