Valoreazioni

AZIONI SAIPEM – QUOTAZIONE SAIPEM (SPM.MI) IN TEMPO REALE

chiusura
3.798
variazione
0.19(+5.266%)
APERTURA
3.63
MASSIMO
3.82
MINIMO
3.63
AGGIORN.
01/11/17 17:36
TIPO:
PERIODO:

Nonostante la recente crisi, Saipem, un tempo detta il gioiellino di Eni (vedremo nella presente guida quelle che sono state le ragioni di tale definizione), è una delle società più amate dagli italiani. Di conseguenza lo stesso argomento quotazione Saipem è molto gettonato e dimostrazione del fatto che sono davvero tanti i piccoli risparmiatori che hanno deciso di investire in questo titolo. Questo forte interesse, purtroppo, si è tradotto in una ondata di terrore a seguito dalla crisi che ha colpito il gioiellino negli ultimi anni e che ha determinato una caduta verticale del prezzo della quotazione Saipem.

Nella guida seguente, articolata per punti, sono indicate tutte le informazioni di cui si necessita per investire in azioni Saipem. La guida è articolata punto per punto in modo tale da rendere più agevole la consultazione.

Saipem

Storia delle azioni Saipem

Saipem è l’acronimo di Società Azionaria Italiana Perforazioni E Montaggi ed è una delle società più datate d’Italia. La fondazione di Saipem, infatti, risale a quegli anni del boom economico in cui il nostro Paese provò ad imporsi sulle scenario mediterraneo come potenza regionale grazie all’operato del mai abbastanza compianto presidente dell’Eni, Enrico Mattei.  Controllata fin dall’origine da Eni, la creazione di Saipem fu il frutto di quella che era una inevitabile esigenza delle imprese che operavano nel settore oil quella, ossia, di creare una società specializzata nella creazione di strutture per estrazione e trasporto del petrolio e del gas da affiancare alle società attive, invece, nell’ambito specifico dell’industria estrattiva e di raffinazione. A partire da tali premesse, si venne ben presto a creare e consolidare un rapporto strettissimo tra Saipem ed Eni, una sorta di binomio tra braccio e cervello. Questo legame è rimasto immutato per decenni e ha condotto le due società ad intercettare miliardari appalti in ogni parte del mondo. Un destino curioso se si pensa che un tempo Saipem, o per meglio dire il cuore da cui tutto ebbe poi origine, era semplicemente Snam Montaggi, società che Eni aveva scorporato da Snam, a sua volta acquisita nel 1948 per avere un aiuto nel trasporto del metano, e che nel 1957 fu unita alla piccola società privata Saip per affrontare il primo appalto che proiettava l’Italia fuori dai confini nazionali: quello relativo alla creazione di un oleodotto lungo 145 Km in Egitto.

Da allora i passi in avanti che Saipem ha compiuto sono stati davvero tanti e oggi la società è dotata di una flotta per le attività di esplorazione e costruzione che è tra le più specializzate esistenti in tutto il mondo. Alcune navi che Saipem utilizza per le sue attività hanno fatto davvero scuola. Più in generale il gruppo nel corso degli anni si è concentrato in particolar modo nelle attività di ingegneria, procurement, project management e costruzione con notevoli capacità di progettazione ed esecuzione di contratti sia offshore che onshore.

Un gioiello quindi, che ha però subito inevitabili e fortissimi con contraccolpi a causa del recente crollo del prezzo del petrolio e in virtù delle tensioni geopolitiche che hanno rivelato alla comunità finanziaria quello che tutti sapevano già: senza copertura politica non ci possono essere aziende strategiche libere di contrattare nel mondo con qualsiasi partner. A fare entrare ulteriormente Saipem in crisi è stato, poi, un debito diventato quasi incontrollabile e un aumento di capitale deciso per cercare di rafforzare il gruppo ma avvenuto in un momento assolutamente poco favorevole.

Saipem Eni

Quotazione Saipem oggi

Oggi le azioni SAIPEM (Codice Isin IT 0000068525; Codice ABI 006852) sono quotate sul Mercato telematico azionario (Mta) della Borsa di Milano, appartengono all’indice FTSE IT All share FTSE MIB e fanno parte del segmento Blue Chips. La quotazione di Saipem in Borsa ha avuto inizio il 16 dicembre 1993 e ha alternato diverse fasi anche perché il gruppo è passato attraverso importanti operazioni di rafforzamento patrimoniale.

Fino ad un anno fa circa, il 43% del gruppo Saipem era detenuto da Eni ed era lo stesso Cane a Sei Zampe ad intervenire per tamponare il crescente indebitamento che, a partire dagli ultimi 10 anni, aveva iniziato a condizionare lo stato di salute di Saipem. Lasciate alle spalle le grandi acquisizioni dei primi anni del Duemila, con il gruppo di San Donato Milanese che aveva assunto il controllo di Bouygues Offshore nel 2002 e di Snamprogetti nel 2006, Saipem si è trovata a fare i conti con il problemi innescati dal calo del prezzo del petrolio e con una posizione finanziaria in costante peggioramento.

Per rilanciare il gruppo è stata giocata la carta dell’aumento di capitale che, dal punto di vista delle quote societarie, ha portato ad un alleggerimento della partecipazione di Eni. Attualmente, dati 2016, Eni ha in mano il 30,421%, il Fondo Strategico Italiano facente capo alla Cassa Depositi e Prestiti) il 12,503%, Dodge & Cox il 12,17% e la People Bank of China il 2,034%. Saipem, quindi, è sempre sotto il controllo dello Stato attraverso il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

La sede legale di Saipem si trova a San Donato Milanese (MI) in via Martiri di Cefalonia n° 67. Per avere tutte le informazioni relative alla governance si può consultare il sito www.saipem.com.

quotazione Saipem

Andamento quotazione Saipem oggi

La quotazione Saipem del mese di luglio è collocabile in area 0,4-0,45 euro. Certamente vedere il prezzo di Saipem così in basso fa un certo effetto se si considera quello che era il valore dell’azione alcuni anni fa. Quando infatti Saipem veniva considerata una sorta di gioiellino, il prezzo della quotazione era pari a 5,02 euro (dato riferito al mese di settembre 2012). Valore che quasi si dimezzò nel giro di appena un anno visto che ne settembre 2013 la quotazione Saipem era già scesa a 2,11 euro. Un prezzo certamente deludente ma che ancora poteva dirsi positivo se si tiene in considerazione quello che è il valore attuale. Nei giorni caldi del recente aumento di capitale (quello che, per intendersi, ha poi determinato l’ultimo brusco calo del prezzo dell’azione Saipem) tanti azionisti affidarono ai social la loro amarezza per la fine che Saipem stava facendo. Ma torniamo all’andamento della quotazione del titolo da un anno fa ad oggi. Su base annua, infatti, il dato medio è impressionante con Saipem che ha perso oltre il 75% del suo valore. Molto negativa anche la performance a 6 mesi con il titolo in calo del 63% mentre la performance riferita all’ultimo mese riporta un frazionale +2,07%. Alla luce di questi elementi si può affermare che dopo il trauma provocato da un aumento di capitale che ha portato all’alleggerimento del peso di Eni, la quotazione Saipem sembra essere in leggera ripresa.

buy sell

Previsioni quotazione azione Saipem

Quale è il futuro che attende Saipem e investire in azioni della quotata tornerà ad essere conveniente oppure continuerà ad essere una operazione per cassettisti? Sono queste le domande tipo che gli investitori sono soliti porsi in relazione a Saipem. Fare delle previsioni sulla direzione che la quotazione di Saipem prenderà non è affatto facile in quanto ci sono una molteplicità di variabili da tenere in debita considerazione. Solitamente quando si cerca di capire se conviene comprare un’azione si conduce uno studio sull’andamento storico del titolo attraverso l’analisi tecnica, quindi si considerano le indicazioni contenute nell’ultimo bilancio di esercizio, la presenza di eventuali aggiornamenti dell’outlook sui target per l’anno in corso e l’andamento del dividendo. Essendo poi ogni quotata strettamente connessa a quello che è il contesto generale, si prende anche in considerazione quello che è lo stato di salute del settore con particolare riferimento all’andamento dei principali competitora. Nel caso specifico di Saipem, è chiaro che un eventuale profit warning lanciato da un concorrente sia destinato ad essere un campanellino di allarme per tutto il settore. Trattandosi, inoltre, di una quotata il cui successo è strettamente connesso con una materia prima, è chiaro che uno dei fattori che maggiormente devono essere tenuti in debito considerazione per poter fare delle previsioni sulla quotazione Saipem non può che essere l’andamento del prezzo del petrolio. Se, infatti, il prezzo dell’oil tende a calare, è chiaro che l’interesse ad effettuare nuove ricerche e perforazioni si riduce e quindi il core dell’attività di Saipem non può che risentirne. Proprio questo è quello che sta avvenendo negli ultimi mesi. La contrazione del prezzo del petrolio, a sua volta innescata dall’assenza di un calo dell’offerta e dalla fine delle sanzioni all’Iran, sta inevitabilmente determinando una contrazione del volume di affari del settore esplorazione e costruzioni. A farne le spese sono tutte le quotate che gravitano attorno al comparto oil e quindi, nel caso italiano, Eni e, a cascata Saipem e anche Tenaris. Ma non si tratta, comunque, di un problema solo italiano.

Non c’è però solo il calo del prezzo del petrolio a condizionare l’andamento di Saipem. La società, infatti, negli ultimi mesi ha dovuto fare i conti con una serie di rescissioni di grandi progetti in cui era coinvolta. E’ stato questo, ad esempio, il caso del gasdotto South Stream su cui erano concentrate le speranze di rilancio che sono invece venute meno. La sottoscrizione di una serie di memorandum of understanding con primarie compagnie iraniane, non è riuscita a compensare la delusione per la rottura del contratto sull’importante gasdotto patrocinato dalla russa Gazprom anche perché un MoU è solo un accordo di principio che serve a spianare la strada per una trattative vera e propria da cui va poi a scaturire un contratto.

L’ultima trimestrale di Saipem, dal canto suo, ha portato un po’ di sereno che, fondamentalmente, neppure gli analisti si attendevano riaprendo così il dibattito in merito alla convenienza o meno di investire in azioni Saipem nel breve periodo. Ad impressionare positivamente è stata la buona performance della redditività operativa mentre il calo dell’indebitamento per effetto dell’aumento di capitale era dato per scontato. Un leggero segnale di miglioramento rispetto ai buio degli ultimi esercizi c’è quindi stato anche se la stessa società non se l’è sentita di rivedere al rialzo la guidance ma ha anzi ribadito i target indicati in precedenza. Il fatto poi che l’ammontare degli ordini nel primo trimestre si sia dimezzato, certamente non è un fattore di buon auspicio per il futuro.

Prudenza è quindi la parola che meglio inquadra le previsioni sulla quotazione Saipem nell’immediato futuro anche perché il titolo risulta essere troppo legato all’andamento del prezzo del petrolio per poter permettere previsioni di lunga durata. Visti gli scossoni a cui l’oro nero ha abituato, quindi, è consigliabile non fare programmi di investimento in azioni Saipem per un periodo di tempo più lungo di 3 mesi a causa proprio dell’alta volatilità. Al massimo, laddove ci siano segnali sull’aggiudicazione di nuovi contratti, si può pensare di comprare Saipem in quel momento in vista di un aumento delle quotazioni. Se il titolo Saipem presenta molti rischi nel lungo periodo, nel breve ci potrebbero essere occasioni interessanti.

dividendo Saipem

Dividendi Saipem

Lo scorso esercizio Saipem ha lasciato a bocca asciutta i suoi azionisti. Come logica vuole alla luce di quella che è la situazione che la quotata sta vivendo, il consiglio di amministrazione ha deciso di non proporre la distribuzione di alcuna cedola ai possessori di azioni ordinarie mentre per gli azionisti risparmio è stato riconosciuto un dividendo pari a 0,05 euro. Analoga decisione fu presa negli anni scorsi, in relazione ossia all’esercizio 2014 e all’esercizio 2013. Per poter ritrovare il dividendo Saipem si deve scendere fino all’esercizio 2012 quando il CdA della società di San Donato propose un dividendo pari a 0,68 euro per le ordinarie. Ma quelli, come si può notare dello storico dividendi, erano altri anni e Saipem godeva ancora di ottima salute.

Per i prossimi esercizi, è ben difficile che la quotata possa tornare a distribuire un dividendo vista la complessità della situazione che si è venuta a creare. Una prima finestra potrebbe aprirsi pe runa cedola quasi simbolica nell’esercizio 2018. Gli analisti di Citi, infatti, in un report di marzo 2016 hanno parlato di possibile ritorno ai dividendi prospettando un utile 2018 pari a 240,6 milioni di euro. La posizione di Citi, comunque, è da considerare, per ora, una speranza o poco più.

 

Perché investire in Saipem oggi

Tutto quello che abbiamo fin qui detto non apre certamente prospettive brillanti sulle quotazioni Saipem. Inserire le azioni Saipem all’interno di una strategia di investimento di lungo periodo, infatti, presenta molti rischi a causa del contesto altamente volatile in cui il titolo si muove. Gli stessi giudizi degli analisti su Saipem sembrano essere un tantino contraddittori. Standard and Poor’s all’inizio del mese di maggio decise di portare il rating su Saipem a BB+ con outlook negativo dal precedente BBB- con outlook stabile. La mossa di S&P fece discutere, e non poco, il mercato anche perché si riteneva che il downgrade potesse essere evitato alla luce dell’aumento di capitale. La posizione degli analisti Usa, ad ogni modo, non era isolata visto che, parallelamente al taglio di rating di S&P, su Saipem intervennero anche gli analisti di Moody’s. Questi ultimi, pur confermando il rating a “(P)Baa3”, pubblicarono un report in cui si mettevano in evidenza quelli che erano i fattori di debolezza che potevano incidere sul futuro della quotazione Saipem. Tre i punti delicati con cui fare i conti: il deterioramento dello scenario dei prezzi del petrolio, il peggiorato contesto sulle capacità future dell’azienda di generare cassa in linea con le ipotesi del piano strategico e l’indebolimento dei fondamentali dell’industria Oil & Gas.  Tre criticità che rendono certamente indecifrabile il futuro di Saipem anche perché non sembrano esserci elementi in grado di dare visibilità alla società annullando l’effetto negativo dei citati drivers.

andamento Saipem

Per quanto riguarda invece i broker, si oscilla tra il consiglio di comprare di Citi e Goldman Sachs (rating buy) e il neutral di UBS, Mediobanca e Intermonte a dimostrazione di come le opinioni sulle prospettive della quotazione Saipem non siano per nulla convergenti. La più pessimista di tutte è Icbpi che addirittura continua a consigliare di vendere le azioni Saipem (rating buy). Ma la posizione di Icbpi può essere a tutti gli effetti considerata come estrema.

Se, nonostante tutto quello che abbiamo messo in evidenza, si vuole comunque puntare sul lungo periodo, allora è meglio non puntare su un intervallo di tempo largo ma al contrario restare nei 3 mesi. Non si tratta di non voler dare fiducia a Saipem ma la variabile prezzo del petrolio è sempre pronta a far valere tutto il suo peso e quindi meglio restare abbottonati. Tutto questo però non significa che investire oggi su Saipem non abbia senso perché esiste sempre il breve periodo che, nel caso di questo titolo, sembra essere l’unica strada percorribile. In pratica, paradossalmente, Saipem è un titolo da consigliare ai tanti piccoli investitori che fanno trading online utilizzando l’azione in questione come sottostante. Alla luce delle considerazioni sulle prospettive della quotazione di Saipem, infatti, non c’è assolutamente alcun interesse a comprare l’azione fisica e magari ritrovarsi a fare i conti con tutti quegli elementi di rischio che abbiamo fin qui indicato. Se si vuole investire in azioni Saipem, il consiglio è di puntare solo sul breve periodo possibilmente sul brevissimo periodo. Sotto questo punto di vista, l’azione Saipem è ideale come sottostante per fare trading online con i CFD. Un aspetto, questo, che rende l’acquisto di azioni Saipem vantaggioso soprattutto per i piccoli investitori, meglio ancora per i piccoli trader. Ma anche questa è finanza. Attraverso alcuni strumenti di trading online è infatti possibile guadagnare sul breve periodo anche se il titolo arranca sul paniere di riferimento.

 

Dove comprare azioni Saipem

Certamente il discorso che abbiamo fin qui fatto avrà portato in tanti a fare un pensierino sulla possibilità di investire in azioni Saipem sul breve periodo. Al pari, però, in molti si saranno chiesti se effettivamente il gioco possa valere la candela. Attivare un conto titoli presso una banca o affidarsi comunque all’online banking, presenta infatti dei costi per commissioni che non sono assolutamente trascurabili. Quando si comprano azioni, infatti, buona regola vuole che ci si chieda sempre se l’acquisto presso questo o quel circuito sia conveniente alla luce del rapporto tra costi e profitti. Certamente i canali tradizionali, come possono essere le banche anche nella versione online, mettono a disposizione una serie di vantaggi come appunto la presenza di un consulente esperto. Ma ha senso pagare per una figura simile per investire sul breve periodo su azioni che hanno un futuro con poca visibilità? Oppure si può pensare di eliminare questo genere di spesa e, anche alla luce dei tanti consigli che abbiamo dato, fare da soli con il trading online? La risposta a questa domanda dipende anche da quelle che sono le caratteristiche psicologiche dell’investitore ed è quindi lasciata alla volontà personale di ognuno. Certo è che Saipem è l’azione ideale su cui fare trading online utilizzando le opzioni binarie o i CFD. Questi strumenti finanziari che permettono di guadagnare con il trading online senza dover  diventare azionisti di Saipem sono utilizzabili mediante la semplice apertura di un conto su una delle piattaforme broker per il trading. A differenza di quello che avviene passando per i canali tradizionali, se si fa trading online sulle azioni Saipem con i CFD o anche con le opzioni binarie non sono previste spese dovute a titolo di commissioni per consulenze ma solo il normale versamento della tassazione prevista sulle transazioni finanziarie. Addirittura l’imposta dovuta a titolo di Tobin Tax viene trattenuta direttamente dal broker e quindi, in caso di guadagno, il traders si ritrova solo liquidità sul suo conto.

 

Saipem Plus 500

Fare trading su azioni Saipem

Il trading sulle azioni Saipem , come nel caso di qualsiasi altra azione italiane o estera,  può portare ad un guadagno consistente se viene effettuato ricorrendo ai CFD. Questo strumento, infatti, consente di poter guadagnare cifre importanti a fronte di un capitale personale investito non eccessivo. Il CFD consente di giocare su quelle che sono le previsioni relative all’andamento della quotazione Saipem senza dover comprare per forza l’azione in questione. In pratica il trader che decide di investire in Borsa da casa, compra un CFD, in questo caso con sottostante Saipem, e non una vera azione e guadagna nel momento in cui il valore del CFD sale rispetto al prezzo di acquisto. Un particolare molto importante riguarda la tempistica perché il profitto non ha bisogno di lunghi periodi per maturare ma è possibile monetizzare anche nel giro di pochi minuti. Alla luce di questa considerazione si deduce che fare trading online utilizzando un CFD su Saipem richieda una conoscenza di fondo su quello che è lo stato di salute della quotata. Certamente è possibile comprare e vendere un CFD secondo il proprio intuito ma il rischio di andare incontro ad una sonora perdita può essere attenuato solo se l’investitore è a conoscenza di quelli che sono i drivers che possono muovere l’azione stessa. Facendo un esempio per rendere meglio l’idea, se viene diffuso un rumors sulla sottoscrizione di un nuovo contratto, allora è consigliabile comprare subito un CFD su Saipem da tenere fino a quando il rumors non viene magari confermato e quindi l’azione perde di valore. Allo stesso modo anche la promozione da parte di un broker di peso può essere occasione per comprare un CFD con il quale trarre profitto.

Quella che abbiamo appena descritto in questi due rapidi esempi è chiaramente una situazione positiva ma non sta scritto da nessuna parte che una nuova commessa o un upograde sul rating possano condurre in automatico ad un aumento della quotazione Saipem a Piazza Affari e quindi all’incremento del valore del CFD che è in mano al traders. Alcune volte, infatti, l’atteso aumento non solo non c’è ma anzi arriva anche una perdita che può portare a prosciugare il conto aperto dal trader. Per evitare che si verifichi uno scenario di questo tipo, quando si fa trading online coi i CFD è sempre bene impostare degli stop loss. Interpretati da molti investitori che fanno trading online come delle vere e proprie ancore di salvataggio, gli stop loss permettono di fermare il trade nella sciagurata ipotesi in cui il prezzo del CFD sull’azione Saipem scenda al di sotto di un valore prefissato.

I CFD consigliati sull’azione Saipem sono gli short CFD e i CFD a breve termine. I primi sono ideali per un investimento di breve periodo mentre i secondi sono tagliati su misura nel caso in cui si punti ad ottenere un profitto in pochissimo tempo. Più sconsigliati, invece, i CFD Long che puntano sempre ad un guadagno ottenibile grazie all’aumento del prezzo di vendita ma sono utili soprattutto nel lungo periodo e, alla luce di quello che abbiamo detto sulla quotazione Saipem, decisamente rischiosi.

Un’ultima annotazione prima di passare ad esaminare quelle che sono le migliori piattaforme per fare trading online. E’ molto importante tenere ben presente che i CFD azionari sono strumenti finanziari molto rischiosi che possono comportare la perdita di tutto il capitale investito soprattutto se si ricorre alla leva finanziaria.

 

conto demo saipem

Piattaforme per fare trading azionario su Saipem

Comprare azioni Saipem per fare trading online è molto semplice grazie proprio allo sviluppo di internet. E’ sufficiente, infatti, andare su una delle tante piattaforme broker autorizzate e iniziare a giocare con i CFD in tutta tranquillità dopo aver attivato il proprio conto di appoggio. Sotto questo punto di vista, la tecnologia ha veramente fatto passi da gigante perché oggi si può giocare in borsa anche da dispositivo Mobile e mediante l’iPad. In pratica mentre si è seduti comodamente sul proprio divano, è possibile comprare un CFD su Saipem e attendere quello che sarà il risultato del proprio investimento.

Tutto questo, però, non significa affatto che fare trading online sia un gioco da ragazzi. Prima di iniziare a giocare con denaro reale, infatti, è sempre consigliabile utilizzare un conto demo ossia una versione virtuale del conto che consente di vendere e comprare CFD su Saipem, subendo una perdita e incassando un profitto, senza però rimetterci un solo centesimo reale. Un tempo prerogativa di poche piattaforme, oggi i conti demo sono offerti da tutti i broker autorizzati con l’intento di favorire lo sviluppo di un investimento consapevole da parte dei traders.

Il conto demo è l’ideale soprattutto per i principiati ma può essere anche un mezzo utile per chi preferisce solo esercitarsi in periodo di tempesta per poi ripartire quando il quadro inizierà ad essere più chiaro.

La somma necessaria per iniziare a fare trading online con denaro reale non è mai eccessiva ma è sempre alla portata di tutti. E’ chiaro che più si è in grado di investire, maggiore può essere il guadagno ma maggiore può anche essere la perdita. Il consiglio che gli esperti sono soliti dare a chi fa trading online per la prima volta, è quello di caricare sul conto reale solo quelle somme non necessarie per la propria vita, in pratica importi di cui si può fare a meno senza tanti traumi. Solo in questo modo, infatti, è possibile tutelarsi in caso di perdita. Chiarito questo, grazie anche ai bonus di benvenuto che tutte le piattaforme solo solite concedere, è possibile comprare un CFD sull’azione Saipem anche con poche decine di euro e, da lì, iniziare quindi il proprio investimento online in azioni.

Clicca qui per conoscere le migliori piattaforme trading per comprare le azioni Saipem e guadagnare con i CFD.

 

Migliori piattaforme di Trading & Forex
# Broker Dettagli
1Markets Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni Markets 5 stelle
224Option Licenza: CySEC
Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni 24Option 5 stelle
3eToro Licenza: CySEC
Social Trading
Deposito min: 200 $
DEMO
Opinioni eToro 5 stelle
4IQ Option Licenza: CySEC
Conto demo gratuito
Deposito min: 10 €
DEMO
Opinioni IQ Option 5 stelle
5Plus500 Licenza: FCA-CySEC-ASIC
Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni Plus500 5 stelle
*per singolo trade vincente

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Termini di ricerca:

  • quotazione saipem
  • spm mi
  • azionii saipem
  • il valore più ato delle azioni saipem
  • saipem quotazione
  • saipem oggi 16/02
  • l\ultimo prezzo delle Saipem azioni
  • prezzo azioni saipem
  • quanto vale saipem
  • Saipem

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

Valoreazioni.com

conto demo