Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 16-08-2013 9:36 Aggiornato il: 12-08-2013 11:27

Core Tier 1 ratio – indicatore di solidità patrimoniale

Secondo gli accordi di Basilea il patrimonio di una banca può essere distinto in tre parti: patrimonio di base o di qualità primaria, detto Tier 1, composto dal capitale versato, riserve e utili non distribuiti; patrimonio supplementare, detto Tier 2 capital; prestiti di terzo livello, che vanno a rappresentare una porzione del capitale bancario detta Tier 3 Capital.

⭐ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito per praticare la tua strategia di trading ☎ Supporto vincente, trading in sicurezza e app AvatradeGo per il tuo smartphone. – Prova Demo >>

⭐ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito per praticare la tua strategia di trading ☎ Supporto vincente, trading in sicurezza e app AvatradeGo per il tuo smartphone. – Prova Demo >>

Tuttavia, gli accordi di Basilea sono noti soprattutto per i limiti alla patrimonializzazione imposti alle banche. Al riguardo risulta quindi fondamentale il Core Tier 1 ratio, considerato l’indicatore della solidità patrimoniale delle banche espresso in percentuale. Tale valore si calcola rapportando il patrimonio di base dell’istituto di credito (Tier 1) al totale delle attività ponderate per il rischio, ossia considerate sulla base del rischio implicito dei singoli impieghi calcolato dalla stessa banca.

In altre parole, dunque, il Core Tier 1 ratio indica con quali risorse primarie la banca può garantire i prestiti che effettua alla clientela e far fronte ai rischi che possono derivare da sofferenze e crediti deteriorati.

Negli “stress test” effettuati dall’EBA (European Banking Authority) nel luglio del 2011 il Core Tier 1 non doveva essere inferiore al 5%. Tuttavia, successivamente l’Unione europea ha chiesto e ottenuto l’innalzamento di tale soglia al 9%, pena la ricapitalizzazione del patrimonio di base.

A fronte di ciò, dunque, i coefficienti patrimoniali indicati da ciascun istituto bancario in occasione della pubblicazione di risultati trimestrali, semestrali e annuali sono considerati di fondamentale importanza dagli azionisti, dagli investitori e dagli analisti. Non a caso essi sono in grado di influenzare notevolmente l’andamento dei titoli bancari in Borsa.


Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

BrokerCaratteristicheVantaggiConto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
IG
  • Licenze: CONSOB, BaFin
  • Conto CFD, Barrier&Options, Turbo24
  • No deposito minimo
Con IG puoi fare trading sui primi certificati turbo al mondo H24 Prova Gratis IG opinioni
ETFinance
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova Gratis ETFinance opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

Apri un conto demo gratuito con AvaTrade ✅ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente.

 

Approfitta dei nostri Expert Advisor e delle piattaforme di copy trading, oltre al trading sulle criptovalute 24/7. Con licenze di regolamentazione in 6 giurisdizioni, garantiamo un’esperienza di trading senza difficoltà.

 

AvaTrade è orgoglioso di essere partner globale del Manchester City, campioni della premier league 2018/19