Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 10-08-2013 9:34 Aggiornato il: 02-05-2016 13:13

Dematerializzazione dei titoli di Stato

I titoli di Stato italiani emessi prima del 1998, precisamente prima dell’entrata in vigore del D.Lgs. 213/98, erano rappresentati da documenti cartacei che venivano consegnati agli acquirenti e che dovevano poi essere esibiti per la riscossione delle somme spettanti a scadenza o al momento della vendita del titolo.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

A partire dal 5 ottobre del 1998, con l’entrata in vigore del D.Lgs. 213/98, è stato introdotto il regime della dematerializzazione dei titoli di Stato, in forza del quale i titoli di debito dello Stato italiano non sono più rappresentati da documenti cartacei ma da iscrizioni contabili a favore degli aventi diritto. Pertanto, a partire da tale data il Ministero del Tesoro ha smesso di rilasciare titoli in forma cartacea e al contempo gli intermediari hanno provveduto a ritirare i titoli al portatore e i titoli nominativi e a trasformarli in iscrizioni contabili inserite, a cura della Banca d’Italia, nella nuova gestione centralizzata dei titoli di Stato.

A fronte di ciò, dunque, gli strumenti finanziari non possono essere rappresentati da un supporto cartaceo e si costituiscono mediante iscrizioni o registrazioni contabili presso la società di gestione accentrata. Nel caso specifico dei titoli di Stato, dunque, l’acquisto è rappresentato da iscrizioni contabili in apposito conto titoli aperto presso una banca, un intermediario finanziario autorizzato o Poste Italiane.

Lo scopo della dematerializzazione è quello di rendere più efficiente il funzionamento del mercato finanziario, nonché di agevolare la ridenominazione in euro dei titoli espressi in lire.


Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC
  • Sponsor A.C. Milan
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
Markets.com
  • Trading CFD con Marketsx
  • Metatrader 4 e 5;
  • Negoziazione di azioni con Marketsi
Ampia scelta di asset e piattaforme Prova Gratis Markets.com opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trading da mobile in sicurezza? Prova l'app AVATRADE GO con un conto demo gratuito.

Scopri di più
X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Investimenti

Investi con fiducia sulla piattaforma leader mondiale di  trading >>

Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP.

Unisciti alla rivoluzione del social trading di AvaTrade >>

Copia automaticamente gli investimenti dei trader piu’ esperti con  DupliTrade.

Ricevi $100.000 per fare pratica e migliorare le tue capacità di trading

Su ogni nuovo account AvaTrade verrà accreditato $100.000 in un portafoglio virtuale, che ti consente di fare pratica senza rischi.