Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 25-03-2013 10:16 Aggiornato il: 03-04-2013 18:06

Differenza tra azioni privilegiate e di risparmio

Le azioni di privilegiate e le azioni di risparmio sono sempre meno presenti sui listini europei, compreso quello italiano, dove sempre più società quotate in Borsa decidono di semplificare la composizione del capitale sociale andando a convertire in azioni ordinarie entrambe le suddette categorie di azioni.

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central!  Provo adesso >>

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central! Provo adesso >>

Nonostante questo, sul listino milanese è ancora presente un discreto numero di azioni di risparmio e di azioni privilegiate, due diverse categorie di azioni che presentano come vantaggio comune un trattamento privilegiato in sede di ripartizione degli utili. Ne deriva quindi che esse sono particolarmente adatte a coloro che intendono acquistare titoli azionari da tenere in portafoglio per lungo tempo e a coloro che adottano strategie di investimento focalizzate prevalentemente sui dividendi.

%adv%

Nel dettaglio, le azioni privilegiate consentono ai loro detentori di votare soltanto nel corso delle assemblee straordinarie, contrariamente a quanto accade invece per i detentori di azioni ordinarie, che votano nel corso di tutte le assemblea. A fronte di tale sacrificio dal punto di vista del diritto di voto, alle azioni privilegiate viene riconosciuto un dividendo maggiore rispetto a quello fissato per azioni ordinarie.

Le azioni di risparmio, invece, non attribuiscono alcun diritto di voto, neanche nel corso delle assemblee straordinarie, tuttavia attribuiscono ai loro detentori il diritto ad un dividendo garantito e maggiore rispetto a quello delle azioni ordinarie. In particolare, questa categoria di azioni attribuisce il diritto ad un dividendo minimo del 5% del valore nominale dell’azione ed è previsto che nel caso in cui gli utili superino tale soglia vengano ripartiti in modo tale che il dividendo spettante alle azioni di risparmio sia superiore a quello delle azioni ordinarie di almeno il 2% del valore nominale dell’azione stessa.

Sia le azioni di risparmio che quelle privilegiate godono di una prelazione nel riparto del patrimonio rispetto alle azioni ordinarie in caso di fallimento della società.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IC Markets Deposito: 200€
Licenza: AFSL/ASIC - FSA
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IG Markets Deposito: 0€
Licenza: FCA / CONSOB
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.