Valoreazioni
Pubblicato da: BorsaItaliana - il: 26-03-2017 11:43 Aggiornato il: 20-10-2017 8:45

Investire in azioni 2017: meglio preferire le borse dell’Europa o Wall Street

L’anno 2016 si è chiuso all’insegna del ribasso per quasi tutti i mercati internazionali. A parte poche risalite e pochi titoli che sono riusciti a chiudere in positivo, non si sono registrati grandi performance.

Lo abbiamo potuto notare anche con il rialzo del prezzo del petrolio. Un rialzo che potrebbe fare ben sperare per i mercati, ma che invece lascia molte perplessità. Infatti, anche l’accordo che si è concluso lo scorso Novembre non ha esperito gli effetti sperati. Si è raggiunto si un accordo sulla riduzione della produzione, ma vi è comunque qualche paese dissidente e per tanto questo settore è un settore da tenere molto sotto controllo.

Meglio quindi dirottare anche in questo caso i propri investimenti in altri settori. Meglio scegliere mercati Europa o Usa? Quale mercato sarà il migliore per il 2017? Rispondere a questa domanda, soprattutto in tempi di turbolenza finanziaria, non è affatto semplice. Possiamo però dire che non esista una risposta rigorosa a questo interrogativo. In altre parole non esistono azioni migliori in assoluto ma solo titoli su cui è preferibile investire rispetto ad altri titoli. In questo approfondimento cercheremo di fare un po di chiarezza su tutti questi punti.

investire-in-azioni

Titoli USA VS Titoli Europei. Dove investire nel 2017?

Si moltiplicano ancora una volta le previsioni di investimento per il 2017. Quest’anno infatti vedrà contrapposti una serie di eventi politici ed economici che influenzeranno in modo positivo o negativo i vari mercati internazionali.

investire-in-azioni-

Nel 2016 tra gli eventi più importanti ricordiamo l’elezione del presidente Trump alla Casa bianca o l’esito del referendum sull‘uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea. Il 2017 si annuncia altrettanto frizzante con diverse elezioni politiche in diversi stati. In particolare, l’evento su cui sarà concentrata l’attenzione degli investitori sarà il voto in Francia. La preoccupazione per la possibile vittoria della Le Pen potrebbe infatti riservare forti oscillazioni di prezzo sui mercati. Si badi che l’esito delle elezioni in Francia potrebbe essere addirittura determinate per quello che riguarda la tenuta dell’Euro. Una situazione da seguire sul filo del rasoio e che tiene in stallo molti investitori.

I fattori di rischio nel 2017 non riguardano però solo il Vecchio Continente. Anche la Borsa di Wall Street, infatti, molto dinamica dopo la vittoria di Trump, potrebbe presto invertire la rotta. Il mercato americano ha registrato nei primi mesi del 2017 un balzo in avanti molto consistente sostenuto dalle indiscrezioni su quelle che saranno le politiche fiscali ed economiche di Trump.

Il presidente repubblicano, già il giorno dopo la sua elezione, ha messo nero su bianco il suo impegno a rilanciare l’industria in America. Fino ad oggi le promesso di Trump sono bastate a far volare la Borsa di Wall Street ai massimi storici, ma non è detto che il presidente possa mantenere fede alle sue parole. E’ facile immaginare che se la dottrina Trump non dovesse essere attuata, il mercato americano andrebbe incontro ad un sonoro ridimensionamento (calo monstre degli indici di Wall Street).

Sia nel caso dello scenario europeo che nel caso di quello americano, quindi, è sempre consigliabile mantenere molto alta l’attenzione. Per centrare questo obiettivo l’unica strada concreta è quella dell’analisi e dello studio. L’attenzione va posta non solo sulle notizie macroeconomiche ma anche sui report degli analisti.

Per avere un quadro completo dei consigli su dove investire nel 2017, proponiamo di seguito due analisi elaborate dalle più importanti banche d’affari.

Investire nel 2017: previsioni di Citigroup

Ancora una volta si moltiplicano le indicazioni che prevedono un 2017 carico di eventi come abbaiamo accennato all’inizio. Capire per tempo come posizionarsi sui mercati, significa avere maggiori possibilità di trarre profitto.

Gli esperti di Citigroup, in una nota pubblicata ad inizio anno, hanno ribadito la loro fiducia sull’andamento positivo dei mercati. Per gli analisti di Citi, le azioni di Wall Street sono da preferire a quelle europee. Secondo gli analisti a poter riservare forti variazioni di prezzo potrebbero essere sopratutto i titoli dell’indice S&P500. Questo paniere è guardato molto positivamente proprio alla luce della vittoria di Trump alle elezioni americane.

Infatti, a spingere il titolo è la fiducia verso una politica di agevolazione e semplificazione fiscale indirizzata alle grandi industrie vista come un aiuto notevole al fine di migliorare gli utili societari. Per questo è stimato un aumento 9% in media.

A favorire ancora una volta la generale ripresa saranno sia la semplificazione sia i tagli, accompagnati dal ritorno in patria dei capitali detenuti dalle multinazionali. A tutto questo si affiancano anche una serie di investimenti, che, tra il 2017 e il 2018, riguarderanno il settore delle infrastrutture, secondo quanto annunciato in campagna elettorale dal tycoon.

Grazie a questo concentrato di fattori, le previsioni degli analisti di Citi puntano su un S&P500 che può arrivare a toccare 2.425 punti.

Trading CFD azioni Wall Street e trading CFD S&P 500

Ma operativamente parlando come possono questi consigli essere adoperati da un investitore italiano? Certamente è possibile comprare azioni di Wall Street ed anche possibile investire sull’S&p 500. La strada più frequente però è quella del trading di Cfd. Attraverso il trading online è possibile guadagnare sfruttando le oscillazioni delle azioni Usa senza essere costretti ad acquistarle fisicamente. Parallelamente con il trading di Cfd è anche possibile trarre profitto dalle variazioni dell’S&p 500 e degli altri indici di Wall Street.

ATTENZIONE – Tra i vantaggi del trading di Cfd rispetto ad un investimento di tipo tradizionale, c’è anche la possibilità di trarre profitto da un ribasso dell’asset (azioni o S&P 500 nel nostro caso). In pratica se un investitore apre una posizione short su un Cfd avente come sottostante l’S&P 500 e questo indice perde valore, il trader avrà tratto profitto dalla sua operazione!

Per imparare a fare trading di Cfd sulle azioni di Wall Street consigliamo sempre di fare molta pratica con un conto demo come quello fornito da Markets.

CONTO DEMO

Demo gratuita su Markets.com

Prova il trading CFD sulle azioni di Wall Street con Markets.com! Scopri come è facile fare trading con un broker regolamentato ed autorizzato!

Europa VS America: le previsioni di Allianz Global Investor

investire-in-borsa

A differenza del caso precedente, gli esperti di Allianz Global Investor, guardano all’Europa come il mercato migliore per i propri investimenti. La prospettiva di questi analisti, quindi, è completamente diversa rispetto a quella degli esperti di Citi.

Infatti per Allianz Global Investor il vecchio continente potrebbe riscattarsi dopo un 2016 deludente, che ha chiuso con una differenza di 11 punti percentuali rispetto a Wall Street.

La causa è da ricercare nell’ennesimo flop, che secondo la loro analisi, è da ricercarsi nella dinamica degli utili. Infatti, l’anno appena trascorso ha visto un 2016 caratterizzato inizialmente da un incremento di inizio anno dei titoli, per poi seguire una revisione a metà anno e infine chiudere l’anno passato, con un risultato di parità.

Se invece si esamina il periodo precedente, ovvero il periodo 2015 e 2016, è possibile notare come i mercati sono stati influenzati negativamente anche dal petrolio e dal settore creditizio, rappresentando una pesante zavorre senza le quali il paniere europeo avrebbe potuto vedere un segno positivo. Purtroppo a far da padrona in questa guida al disastro è l’Italia.
Una volta invece terminati gli aggiustamenti ed i salvataggi delle banche, con la ripresa anche del prezzo del petrolio, il 2017 dovrebbe far segnare una svolta positiva per le borse dell’Europa.

Infatti la stabilizzazione del settore energetico e di quello bancario, prevede una performance interessante per tutti i titoli legati alle commodity in seguito anche agli sforzi fatti da molte aziende per riuscire a contenere i costi e massimizzare gli investimenti.

Tutto questo non porta altro che ad un segno positivo, un vantaggio. Il riscatto, previsto per il Vecchio Continente, permette dunque di considerare l’Europa come la regione più interessante nel mondo sviluppato, dal punto di vista economico.

Purtroppo non tutti sono ottimisti, In questo caso, gli esperti di Allianz Global Investor sulla politica di Trump, non vedono un roseo futuro e preferiscono puntare meglio sul vecchio continente.

Infatti, essi sono convinti che nonostante il presidente riesca a mandare in porto tutti i suoi disegni e a far varare investimenti nelle infrastrutture per circa un trilione di dollari, le conseguenze più evidenti e forti sul mercato internazionale, sarebbero quelle di un’accelerazione del processo di normalizzazione dei tassi di interesse da parte della FED con un rafforzamento del biglietto verde, a discapito dei mercati emergenti.

Una politica dunque protezionista che potrebbe far ben sperare per il dollaro.

Al pari di quello che abbiamo messo in evidenza nel precedente paragrafo, anche in questo caso ricordiamo che il modo migliore per trarre profitto dal possibile apprezzamento delle borse europee, è rappresentando dal trading di Cfd.

Su tutte le migliori piattaforme trading, come ad esempio eToro, è possibile trovare un elenco completo degli indici azionari europei su quali è possibile fare trading. Prima di scommettere con denaro reale è sempre consigliabile capire il lato operativo facendo pratica con un conto demo.

CONTO DEMO

Conto demo gratis su eToro

Prova il trading CFD sugli indici azionari europei! Scopri come è facile e veloce fare trading con un broker pluripremiato!

Investire oggi con il trading online

investire-in-azioni -trading

Infine, per tutti coloro che vogliono investire con i titoli europei o Usa, consigliamo di investire con il trading online e con i broker regolamentati ed autorizzati.

Investire in questo settore oggi è molto facile grazie anche al conto demo offerto dalle piattaforme. Inoltre se si sceglie solo piattaforme di trading online regolamentate ed autorizzate si potrà ben sperare che il proprio capitale è in mani sicure, in quanto tutti i depositi e tutti i conti dei trade sono detenuti separatamente rispetto a quelli del broker.

Non vi resta dunque che aprire un conto demo con una delle piattaforme di trading online di seguito riportate ed iniziare oggi stesso il vostro percorso formativo d’investimento. Maggiori informazioni le potrete trovare direttamente sul sito del broker prescelto o anche contattando il servizio clienti senza impegno.

Articoli che potrebbero interessarvi:


Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Valoreazioni.com