Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 03-02-2013 10:18 Aggiornato il: 01-02-2013 8:23

Tassazione degli investimenti

Nello scegliere gli strumenti di investimento attraverso cui far fruttare il proprio capitale occorre tener conto non solo della loro remunerazione ma anche della leva fiscale, che in alcuni casi incide pesantemente andando ad erodere buona parte del guadagno.

✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26 — Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝carta MASTERCARD, per accreditare lo stipendio o fare bonifici in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>
✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝carta MASTERCARD, per accreditare lo stipendio o fare bonifici in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>

L’imposta di bollo, ad esempio, è una tassa sui prodotti finanziari (conti correnti, conti deposito, deposito titoli, libretti di risparmio, libretti postali, buoni fruttiferi postali, ecc.) pari allo 0,15% delle somme risultanti della comunicazioni al termine del periodo di imposta o di detenzione, fermo restando una soglia minima di 34,2 euro e un tetto massimo, solo per i soggetti diversi dalle persone fisiche, di 4.500 euro.

Dal 1° marzo 2013, inoltre, entrerà in vigore la cosiddetta Tobin Tax, ovvero la nuova imposta sulle transazioni finanziarie, a carico dell’acquirente, pari allo 0,12% del valore delle azioni italiane negoziate sui mercati regolamentati o sui sistemi multilaterali di scambio con valore non inferiore a 500 milioni di euro, oppure dello 0,22% sulle altre azioni. A partire dal 2014 le aliquote saranno rispettivamente dello 0,1% e dello 0,2%. Per quanto riguarda i derivati, l’imposta si applicherà a partire dal 1° luglio in una misura fissa compresa tra un minimo di 0,1875 e un massimo di 200 euro.

A tutto questo bisogna poi aggiungere il prelievo fiscale a cui sono assoggettati i rendimenti maturati attraverso i diversi strumenti finanziari. La riforma della tassazione dei proventi finanziari, entrata in vigore nel 2012, ha innalzato l’aliquota al 20% per la maggior parte degli strumenti finanziari, compresi i dividendi azionari (si veda “Regime fiscale dei dividendi azionari“). Restano tassati con un’aliquota del 12,5% solo i titoli di Stato e i Buoni fruttiferi postali.

Per contro, sui proventi delle polizze vita, dei fondi comuni e degli Etf armonizzati Ue l’aliquota è stata portata dal 20% al 12,5% per la parte del patrimonio investita in titoli pubblici italiani ed esteri.


Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

BrokerCaratteristicheVantaggiConto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
Investous
  • Segnali di trading
  • Conto demo da 100.000€ virtuali
Segnali di trading e conto demo da 100.000€ virtuali Prova Gratis Investous opinioni
ETFinance
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova Gratis ETFinance opinioni
IG
  • Licenze: CONSOB, BaFin
  • Conto CFD, Barrier&Options, Turbo24
  • No deposito minimo
Con IG puoi fare trading sui primi certificati turbo al mondo H24 Prova Gratis IG opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

Scopri la semplicità della piattaforma
WEBTRADER di Investous!

 

Inizia a fare trading con un conto demo gratuito da 100.000$

Ora puoi fare trading sui CFD e nel forex con spread competitivi una leva fino a 1:400*