Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 02-10-2014 11:15

Aumento di capitale Beni Stabili – Dettagli dell’operazione

Dopo l’aumento di capitale di Igd del quale vi avevamo parlato nei giorni scorsi (si veda: aumento di capitale IGD – Caratteristiche dell’offerta) è il momento dell’aumento di capitale di Beni Stabili. Il gruppo punta a incassare circa 150 milioni di euro e offre azioni secondo il seguente rapporto di assegnazione: una nuova azione ogni 8 azioni ordinarie possedute a una prezzo di emissione pari a 0,424 euro per titolo.

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central!  Provo adesso >>

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central! Provo adesso >>

Quali sono i motivi dell’aumento di capitale di Beni Stabili? L’operazione è finalizzata a coprire i costi di strutturazione del finanziamento relativo al portafoglio di immobili locati a Telecom Italia e provenienti dall’operazione conclusa nel 2000 e oggetto di un finanziamento che la società ha deciso di rimborsare ala fine di giugno 2014.

L’operazione consentirà a Beni Stabili di avere un effetto positivo su base annua sugli oneri finanziari monetari consolidati di oltre 30 milioni euro, riducendo di 90 basis point il costo medio annuo del debito a medio e lungo termine, il tutto senza impatti nel rapporto tra debiti finanziari nett e valore del portafoglio.

L’azionista di maggioranza della società, Foncière de Régions, ha dichiarato di essere favorevole all’operazione e si è impegnata a sottoscrivere la porzione di aumento di capitale di propria spettanza pari a 51,7 milioni di euro.

Aumento di capitale IGD – Caratteristiche dell’offerta

– Numero massimo di azioni emesse: 353.122.982
– Controvalore complessivo dell’operazione: 149.724.144 euro
– Numero di azioni alla data del prospetto: 1.916.302.144
– Numero azioni in caso di integrale sottoscrizione: 2.269.425.886
– Prezzo di sottoscrizione: 0,424 euro
– Rapporto di di assegnazione: 1 azione ordinarie ogni 8 azioni possedute
– Inizio aumento capitale: lunedì 29 settembre 2014
– Termine quotazione diritti: venerdì 10 ottobre 2014
– Termine aumento di capitale in Francia: mercoledì 15 ottobre 2014
– Termine aumento di capitale in Italia: venerdì 17 ottobre 2014
– Comunicazione dei risultati dell’Offerta: entro cinque giorni dal termine del periodo di opzione
– Assegnazione delle azioni: al termine del periodo di opzione
– Consorzio di garanzia: Sì, concordato da Banca IMI, BNP Paribas, Mediobanca, Unicredit.

chiusura
0.759
variazione
-0.001(-0.132%)
APERTURA
0.761
MASSIMO
0.765
MINIMO
0.75
AGGIORN.
01/11/17 17:35
TIPO:
PERIODO:

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IC Markets Deposito: 200€
Licenza: AFSL/ASIC - FSA
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IG Markets Deposito: 0€
Licenza: FCA / CONSOB
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.