Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 12-11-2014 12:22

Enel bilancio dei primi nove mesi del 2014

Tempo di trimestrali a Piazza Affari. A pubblicare i conti del terzo trimestre del 2014 è anche Enel. La società ha chiuso i primi nove mesi dell’anno con un calo in tutti i principali aggregati economico-finanziari e un debito in crescita, anche se la società ha stimato di riuscire a portare, per fine anno, il debito tra i 39 e 40 miliardi di euro.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

Enel ha chiuso i primi nove mesi del 2014 con ricavi par a 54,075 miliardi di euro, con un decremento del 6,5 per cento pari a 3,76 miliardi di euro rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il margine operativo lordo è stato pari a 11,61 miliardi di euro con un calo di 358 milioni di euro rispetto all’analogo periodo del 2013 (in percentuale la contrazione è stata pari al 3%).

Il risultato operativo dei primi tre mesi del 2014 ha toccato i 7,16 miliardi di euro, in diminuzione del 2,7% rispetto ai primi nove mesi del 2013. L’utile netto ordinario del gruppo ha raggiunto 1,87 miliardi di euro, in diminuzione di 437 milioni di euro, pari al 18,9%, rispetto al 2013.

Per quanto riguarda l’indebitamento finanziario netto, a fine settembre era pari a 44,58 miliardi di euro, in crescita rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente. L’incidenza dell’indebitamento finanziario sul patrimonio netto complessivo risulta essere pari a 0,84 a fronte dello 0,75 di fine 2013.

Il management di Enel ha sottolineato che la riduzione del debito continuerà ad essere la priorità del gruppo; in particolare è previsto che a fine esercizio, l’indebitamento finanziario netto si attesti in un valore compreso tra 39 e 40 miliardi di euro; il contributo derivante dalle operazioni straordinarie in corso e l’apporto di flusso di cassa derivante dall’attività operativa saranno in parte compensanti dall’effetto negativo dell’andamento dei cambi, nonché dell’anticipazione di alcuni investimenti nelle attività rinnovabili e da operazioni di minority but previsti nel piano industriale.

chiusura
5.385
variazione
0.06(+1.127%)
APERTURA
5.345
MASSIMO
5.405
MINIMO
5.335
AGGIORN.
01/11/17 17:40
TIPO:
PERIODO:


Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC
  • Sponsor A.C. Milan
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
101Investing
  • Licenza: CySEC
  • Gran numero di valute e criptovalute
  • Deposito min: 100 €
Gran numero di valute e criptovalute Prova Gratis 101Investing opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trading da mobile in sicurezza? Prova l'app AVATRADE GO con un conto demo gratuito.

Scopri di più
X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.