Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 12-11-2014 12:22

Enel bilancio dei primi nove mesi del 2014

Tempo di trimestrali a Piazza Affari. A pubblicare i conti del terzo trimestre del 2014 è anche Enel. La società ha chiuso i primi nove mesi dell’anno con un calo in tutti i principali aggregati economico-finanziari e un debito in crescita, anche se la società ha stimato di riuscire a portare, per fine anno, il debito tra i 39 e 40 miliardi di euro.

✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Enel ha chiuso i primi nove mesi del 2014 con ricavi par a 54,075 miliardi di euro, con un decremento del 6,5 per cento pari a 3,76 miliardi di euro rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il margine operativo lordo è stato pari a 11,61 miliardi di euro con un calo di 358 milioni di euro rispetto all’analogo periodo del 2013 (in percentuale la contrazione è stata pari al 3%).

Il risultato operativo dei primi tre mesi del 2014 ha toccato i 7,16 miliardi di euro, in diminuzione del 2,7% rispetto ai primi nove mesi del 2013. L’utile netto ordinario del gruppo ha raggiunto 1,87 miliardi di euro, in diminuzione di 437 milioni di euro, pari al 18,9%, rispetto al 2013.

Per quanto riguarda l’indebitamento finanziario netto, a fine settembre era pari a 44,58 miliardi di euro, in crescita rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente. L’incidenza dell’indebitamento finanziario sul patrimonio netto complessivo risulta essere pari a 0,84 a fronte dello 0,75 di fine 2013.

Il management di Enel ha sottolineato che la riduzione del debito continuerà ad essere la priorità del gruppo; in particolare è previsto che a fine esercizio, l’indebitamento finanziario netto si attesti in un valore compreso tra 39 e 40 miliardi di euro; il contributo derivante dalle operazioni straordinarie in corso e l’apporto di flusso di cassa derivante dall’attività operativa saranno in parte compensanti dall’effetto negativo dell’andamento dei cambi, nonché dell’anticipazione di alcuni investimenti nelle attività rinnovabili e da operazioni di minority but previsti nel piano industriale.

chiusura
variazione
()
APERTURA
MASSIMO
MINIMO
AGGIORN.
01/01/70 00:00


Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC
Strumenti Intregrati
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

X
Inizia a fare trade con Avatrade X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.