Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 30-07-2015 10:17

Eni i risultati del primo semestre 2015

Utili in calo nel corso dei primi sei mesi dell’anno per Eni. La società del Cane a Sei Zampe ha pubblicato i risultati della prima semestrale 2015 caratterizzati da ricavi e utili in diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il board del gruppo ha reso noto che il prossimo settembre verrà proposto lo stacco di un acconto sul dividendo.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

Eni ha chiuso il primo semestre del 2015 con ricavi in calo del 18,7 per cento, ovvero pari a 56,55 miliardi di euro (nello stesso periodo del 2014 il gruppo aveva contabilizzato 56,55 miliardi di euro. Scende anche l’utile operativo adjusted: -62,6 per cento a 2,33 miliardi di euro. Segna un notevole calo l’utile netto adjusted, che passa dai 2,15 miliardi del primo semestre del 2014 ai 397 milioni di euro di quest’anno. Alla fine di giugno 2015 l’indebitamento finanziario netto del gruppo era di 16,5 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 13,68 miliardi di euro della fine del 2014.

Il management Eni, sulla base dei risultati della prima semestrale 2015 e tenendo conto delle stime per tutto l’esercizio, ha reso noto che verrà proposto un acconto sul dividendo pari a 0,40 euro per azione. Se la proposta verrà accolta, il pagamento partirà il 23 settembre 2015, mentre lo stacco della cedola avverrà il 21 settembre 2015.

Tuttavia, i vertici del gruppo del Cane a Sei Zampe si dicono ottimisti: Claudio Descalzi, amministratore delegato della società, ha sottolineato come, nel corso del semestre, siano stati conseguiti buoni risultati industriali in tutti i business, ricordando anche il recente inizio della produzione in Venezuela (si veda: Eni inizia la produzione di un giacimento a gas in Venezuela) e il prossimo avvio in Norvegia, due commesse che garantiranno il buon andamento della seconda parte dell’anno.

Per conoscere i numeri del semestre di Saipem, la controllata di Eni, vi rimandiamo al post: Saipem i numeri del primo semestre 2015.

chiusura
variazione
()
APERTURA
MASSIMO
MINIMO
AGGIORN.
01/01/70 00:00

+

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
200$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTrade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Broker con più regolamentazioni
Copy trading
Segnali di Trading
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.