Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 09-11-2012 9:30 Aggiornato il: 09-11-2012 9:34

Generali risultati primi nove mesi 2012

Grazie alla considerevole crescita registrata nel settore vita e ai buoni risultati nel settore danni sia sul mercato italiano che in quello estero, Generali è riuscita a chiudere i primi nove mesi dell’anno con risultati in linea con le attese, nonostante i costi derivanti dalle catastrofi siano praticamente triplicati nel periodo in esame.

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central!  Provo adesso >>

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central! Provo adesso >>

In particolare, al termine del periodo compreso tra gennaio e settembre 2012, la compagnia triestina ha registrato un utile netto pari a 1,1 miliardi di euro, ossia in crescita del 37,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Si tratta di un risultato in linea con le attese degli analisti, che ricordiamo avevano previsto un utile netto a 1,164 milioni. Al 30 settembre il patrimonio netto di Generali è risultato in crescita del 24,1% a 19,2 miliardi, contro i 15,5 miliardi di fine 2011, mentre l’indice di solvibilità Solvency 1 è nettamente migliorato, portandosi a fine ottobre al 145% anche grazie ai proventi della cessione della compagnia israeliana Migdal.

Il risultato operativo è cresciuto del 9,4% a 3,29 miliardi di euro, soprattutto grazie alla crescita del 16,5% del settore vita, mentre nel settore danni hanno pesato soprattutto i rilevanti sinistri per catastrofi, pari a circa 311 milioni di euro, riconducibili in larga parte al terremoto dell’Emilia Romagna. Al contempo, tuttavia, nel settore danni la raccolta ha registrato una crescita del 4,7%.

Per quanto riguarda le previsioni relative all’intero esercizio, l’amministratore delegato Mario Greco, nel commentare i risultati realizzati nel corso dei primi nove mesi del 2012, ha affermato che la compagnia attende per la fine dell’anno un risultato operativo superiore ai 4 miliardi di euro, in linea con il target annunciato e che ricordiamo era compreso in una forchetta tra 3,9 e 4,5 miliardi.

chiusura
15.91
variazione
0.27(+1.73%)
APERTURA
15.74
MASSIMO
15.93
MINIMO
15.72
AGGIORN.
01/11/17 17:35
TIPO:
PERIODO:
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IC Markets Deposito: 200€
Licenza: AFSL/ASIC - FSA
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IG Markets Deposito: 0€
Licenza: FCA / CONSOB
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.