Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 06-02-2013 8:50 Aggiornato il: 06-02-2013 8:51

Italcementi ricavi e vendite esercizio 2012

Il Consiglio di amministrazione di Italcementi durante la riunione tenuta ieri ha esaminato i dati relativi all’andamento delle vendite al 31 dicembre 2012.

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € ✅ Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

In particolare, il Gruppo cementifero ha chiuso lo scorso esercizio con un fatturato pari a 4.480,1 milioni di euro, ovvero in flessione del 3,8% rispetto all’anno precedente, soprattutto a causa dei riflessi della crisi economica che ha provocato un calo della domanda di materiali da costruzione nei Paesi industrializzati, parzialmente compensato dall’andamento positivo in alcuni Paesi emergenti dell’area asiatica.

Al 31 dicembre 2012 l’indebitamento finanziario netto è risultato pari a circa 1.990 milioni di euro, ossia in miglioramento di circa 100 milioni di euro rispetto ai livelli di fine 2011, soprattutto grazie ad un efficace controllo dei flussi generati dalla gestione operativa e ad una politica di investimento volta a favorire l’efficienza industriale e ambientale.

Durante lo scorso anno le vendite consolidate di cemento e clinker sono state pari a 45,9 milioni di tonnellate, ossia in calo del 6,6% rispetto allo scorso anno principalmente a causa della stagnazione dei consumi in Italia, nonché al calo delle vendite in Francia-Belgio (-8%) e in Egitto (-5,4%). Al contrario, sono risultate in crescita le vendita sul mercato Nord americano (+0,3%),  in India (+9,7%) e in Tailandia (+10,3%), così come pure è risultata in crescita l’attività di trading (+30,6%). Nel settore degli inerti le vendite sono state pari a 34,0 milioni di tonnellate (-10,8%), mentre nel comparto del calcestruzzo le vendite sono state pari a 12,9 milioni di metri cubi (-10,8%).

chiusura
variazione
()
APERTURA
MASSIMO
MINIMO
AGGIORN.
01/01/70 00:00
+

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC
Strumenti Intregrati
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.