Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 28-10-2014 16:58 Aggiornato il: 01-05-2016 22:06

Saipem presentati i conti dei primi nove mesi del 2014

Il 2014 non è decisamente l’anno migliore per Saipem; il gruppo ha presentato i conti dei primi nove mesi dell’anno e i risultati sono deludenti e ha dovuto rivedere al ribasso le stime sull’intero 2014. La reazione del titoli a Piazza Affari è stata immediata, dato che è stato sospeso per eccesso di ribasso.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Saipem ha chiuso il terzo trimestre dell’anno con un utile netto in calo del 24,8% a 76 milioni di euro, sotto le attese del consenso a 90,6 milioni. I ricavi sono stati in rialzo solo dell’1,9% rispetto all’analogo periodo dello scorso anno e, quindi, pari 3,509 miliardi di euro. L’ebit è calato più del previsto, ovvero del 28,9% a 150 milioni, così come l’ebitda, che è sceso de 14% a 337 milioni.

Nel corso del terzo trimestre Saipem ha acquisito nuovi ordini per un ammontare complessivo di 1856 milioni e il portafoglio ordini è pari a 22.562 milioni di euro. A fronte degli investimenti tecnici nel periodo; l’indebitamento finanziario netto al 30 settembre è aumentato ed è pari a 5.130 milioni di euro, 370 milioni in più rispetto a dicembre del 2013, ma è rimasto in linea ai numeri di fine giugno.

Il capitale circolante ha risentito dell’aumento dei pending revenues dovuti a contratti a bassa marginalità e, per quanto riguarda i crediti, il Venezuela continua a essere un’area critica. Pertanto, considerando il deterioramento delle condizioni di mercato e il rallentamento delle negoziazioni in corso per i contratti a bassa marginalità e i rispettivi pagamenti, il management di Saipem ha deciso di rivedere la guidance sul debito netto a 4,7 miliardi (prima era atteso tra 4,2 e 4,5 miliardi).

Gli effetti della trimestrale non si sono fatti attendere a Piazza Affari, dove il titolo è stato sospeso per eccesso di ribasso e poi riammesso alle contrattazioni, e anche gli analisti si dicono fortemente delusi dai risultanti dei conti trimestrali di Saipem.

chiusura
variazione
()
APERTURA
MASSIMO
MINIMO
AGGIORN.
01/01/70 00:00


Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
200$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTrade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Broker con più regolamentazioni
Copy trading
Segnali di Trading
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.