Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 27-03-2015 10:00 Aggiornato il: 26-03-2015 21:06

Terna bilancio 2014 e piano industriale 2015-2019

Il Consiglio di Amministrazione di Terna ha approvato i conti del 2014; lo scorso esercizio è stato molto positivo per il gruppo romano, che ha mostrato un utile netto in aumento del 6% rispetto al 2013; inoltre, il CdA ha ufficializzato anche il piano industriale 2015-2019 e la distribuzione del saldo dei dividendi 2015 sull’esercizio 2014.

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central!  Provo adesso >>

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central! Provo adesso >>

Come dicevamo, nel corso del 2014, Terna ha registrato un utile netto di 544,5 milioni di euro, in crescita del 6 per cento rispetto all’esercizio 2013; il margine operativo lordo è salito dello 0,2 per cento a 1,4915 milioni di euro a fronte della stima del consenso di 1,469 miliardi; scende, invece, il risultato operativo (1,01 miliardi di euro), a causa degli ammortamenti e delle svalutazioni.

Alla fine dell’anno l’indebitamento finanziario netto era pari a  6,967 miliardi di euro, a fronte dei 6,697 miliardi di euro della fine del 2013; il Il free cash flow, ossia il flusso di cassa, è stato di 260 milioni di euro a fronte di investimenti complessivi di 1,096 miliardi di euro rispetto ai 1,212 miliardi del 2013.

Grazie a questi risultati, il Consiglio di amministrazione di Terna ha deciso di proporre un dividend0 di 20 centesimi per azione, di cui 7 centesimi sono stati già pagati (si veda: Data stacco e pagamento dividendi Terna 2014); i restanti 13 centesimi verranno pagati il prossimo 24 giugno (stacco della cedola: 22 giugno – record date: 23 giugn0).

Ufficializzato anche il piano industriale 2015-2019, che si fonda su quattro punti di sviluppo: il rafforzamento della rete in Italia e l’integrazione di essa con il mercato elettrico europeo, l’espansione delle attività non regolate, una maggiore efficienza operativa e investimenti selettivi.

Il piano strategico di Terna si pone l’obiettivo di generare un flusso di cassa superiore ai 2 miliardi di euro, soprattutto grazie alle attività non regolate, e investimenti nello sviluppo delle rete elettrica pari a 3,9 miliardi di euro.

chiusura
5.18
variazione
0(+0.00%)
APERTURA
5.18
MASSIMO
5.24
MINIMO
5.18
AGGIORN.
01/11/17 17:35
TIPO:
PERIODO:

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IC Markets Deposito: 200€
Licenza: AFSL/ASIC - FSA
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IG Markets Deposito: 0€
Licenza: FCA / CONSOB
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.