Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 24-01-2013 8:47 Aggiornato il: 24-01-2013 8:54

Tod’s risultati preliminari esercizio 2012

Nel corso della riunione che ha avuto luogo ieri, il Consiglio di amministrazione di Tod’s ha approvato i risultati preliminari relativi all’esercizio 2012. In particolare, il gruppo attivo nel settore del lusso avrebbe archiviato lo scorso anno con un fatturato consolidato a 963,1 milioni di euro, ossia in crescita del 7,8% rispetto all’anno precedente. A cambi costanti i ricavi si attesterebbero a 937,2 milioni di euro, con un incremento del 4,9% rispetto al 2011. Se si considera solo il quarto trimestre dell’anno, invece, i ricavi sarebbero stati pari a 213,2 milioni di euro, ovvero in crescita del 9,6% rispetto al quarto trimestre 2011.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Per quanto riguarda il contributo di ciascun marchio al fatturato, Tod’s avrebbe realizzato 569,7 milioni di euro (+16,8%), Hogan 243,4 milioni di euro (-13,3%), Fay 74,5 milioni di euro (-15,2%) e Roger Vivier 74,5 milioni di euro (+104,2%). Nel comunicato stampa mediante cui sono stati resi noti i risultati preliminari, viene specificato che i risultati dei marchi Hogan e Fay sono stati influenzati dalla decisione di razionalizzare la distribuzione italiana, tenendo conto dell’attuale situazione del mercato.

Infatti, come dimostrano i dati preliminare relativi alla distribuzione dei ricavi a livello geografico, nel corso del 2012 è diminuito il contributo del mercato italiano (383,9 milioni di Euro, -14,5% rispetto al 2011) proprio a fronte della scelta del gruppo di ridurre in modo significativo la distribuzione wholesale in Italia. Contemporaneamente, tuttavia, è cresciuto il peso delle vendite realizzate all’estero.

chiusura
57.95
variazione
0.85(+1.49%)
APERTURA
57.1
MASSIMO
58.4
MINIMO
57.05
AGGIORN.
01/11/17 17:35
TIPO:
PERIODO:

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC
  • Sponsor A.C. Milan
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
Markets.com
  • Trading CFD con Marketsx
  • Metatrader 4 e 5;
  • Negoziazione di azioni con Marketsi
Ampia scelta di asset e piattaforme Prova Gratis Markets.com opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trading da mobile in sicurezza? Prova l'app AVATRADE GO con un conto demo gratuito.

Scopri di più
X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.