Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 13-07-2013 5:58 Aggiornato il: 04-12-2018 14:42

Conti correnti a zero spese: quali sono i migliori?

Qual’è il miglior conto corrente zero spese? te lo sei mai chiesto sicuramente sì, diversamente non saresti qui a leggere quanto abbiamo da dirti.

Secondo quanto emerge dalle ultime rilevazioni effettuate dall’associazione dei consumatori, i risparmiatori italiani sono costretti a pagare mediamente circa 180 euro in più rispetto agli altri paesi europei per ciò che concerne le spese del conto corrente.

Tuttavia, la diffusione delle banche online ha dato il via a un fenomeno nuovo e potenzialmente molto vantaggioso per i risparmiatori: il conto corrente a zero spese.

Si tratta di conti che non prevedono costi di apertura, né di chiusura né di gestione. Insomma, sono conti senza spese. Molto spesso si tratta esclusivamente di conti correnti online, quindi da gestire solo via web. Questa peculiarità consente alle banche di offrire conti correnti senza spese, che altrimenti non potrebbero garantire con i tradizionali conti correnti aperti presso gli sportelli bancari, ovvero in sede fisica, dove sono previste costi di struttura, del personale e così via.

Le banche online offrono praticamente tutti i principali servizi bancari in via del tutto gratuita.

Il canone annuo viene azzerato, il bancomat (e in certi casi anche la carta di credito) diventa gratuito. E’ possibile effettuare prelievi al bancomat in modo illimitato in Itallia ed effettuare gratuitamente i bonifici online.

Sono anche previsti ulteriori servizi gratuiti, come:

  • ricariche telefoniche;
  • pagamenti Mav;
  • F24;
  • Rav.

E’ chiaro che ogni banca ha la sua offerta, ma in linea generale i servizi bancari gratuiti offerti sono quelli appena elencati. L’unica vera spesa riguarda le tasse.

Il bollo sul conto corrente costa 34,2 euro all’anno, a meno che la giacenza media annua non sia inferiore a 5mila euro; in questo caso non si paga l’imposta. Ci sono poi banche online che si accollano questa spesa in via del tutto promozionale, offrendo anche interessanti interessi sui depositi bancari vincolati.

"<yoastmark

Conto corrente zero spese giovani: cosa sono?

"<yoastmark

Per definizione questi conti sono nati per venire incontro alle esigenze dei risparmiatori e dei consumatori. Il conto corrente a zero spese è considerato come un conto con zero spese di gestione, ovvero un conto bancario senza canone e senza spese fisse.

Si tratta di una particolare tipologia di conto corrente che permette di eseguire la maggior parte delle consuete operazioni bancarie, tra cui anche prelievi e versamenti. Lo puoi fare in forma completamente gratuita. Il tutto serve anche a contenere le spese di apertura e di chiusura del conto.

Anche se le remunerazione è ridotta, ci sono dei vantaggi legati ai conti corrente a zero spese, ovvero l’esenzione dal pagamento dell’imposta di bollo.

Questi conti per altro riducono notevolmente anche i costi di attivazione e di gestione di un conto corrente. Sul mercato oggi sono presenti moltissime banche che inseriscono tra i propri piani anche conti di questo tipo.

Anche se all’inizio era solo una novità offerta dalle banche online, sempre più svincolate dalle comuni caratteristiche delle normali banche, con i costi e gli obblighi che queste comportano, oggi i conti a zero spese sono offerti anche dalle filiali delle banche presenti sul territorio Italiano.

Ogni banca può applicare a questa tipologia di conti condizioni, vantaggi o spese extra che è bene valutare sempre considerandole nel loro complesso.

Un elemento comune ai tantissimi pacchetti a zero spese che sono offerti dalle banche e che offrono la possibilità di effettuare operazioni online in maniera totalmente gratuita.

Confronto Conto corrente zero spese

Di seguito analizzeremo brevemente alcuni conti correnti a zero spese definiti dagli utenti come i migliori presenti sul mercato. Ovviamente questo elenco non è oggettivo ma soggettivo e può variare e cambiare in base all’investitore.

La maggior parte degli utenti ha però affermato di aver aperto uno dei seguenti conti correnti a zero spese. A questi da noi elencati ci sono anche dei consumatori che affermano di  aver aperto un conto corrente zero spese unicredit, intesa, bnl, postale, fineco.

Conti Correnti zero spese CheBanca!

  • Prodotto: Conto Corrente Digital;
  • Bancomat;
  • Apertura on line;
  • Carta di credito;
  • Internet banking;
  • Apertura in filiale;
  • Costo annuo;
  • Zero spese.

Conto corrente zero spese Webank

  • Prodotto: Conto WeBank;
  • Internet banking;
  • Richiesta fido;
  • Apertura on line;
  • Bancomat;
  • Trading;
  • Carta di credito;
  • Costo annuo;
  • Zero spese.

Conto corrente zero spese ING

  • Prodotto: Conto Corrente Arancio;
  • Internet banking;
  • Carta Prepagata;
  • Apertura on line;
  • Bancomat;
  • Trading;
  • Apertura in filiale;
  • Costo annuo;
  • Zero spese.

Ovviamente i dati riportati sono a titolo esemplificativo e possono variare rispetto alla stesura dell’articolo. E’ sempre opportuno verificare sul sito ufficiale della banca verificare che le caratteristiche del conto offerto siano davvero a zero spese.

I vantaggi reali dei conti online

"<yoastmark

E’ chiaro che oltre alle caratteristiche descritte in precedenza, i conto correnti online a zero spese posseggono altri vantaggi.

Uno dei primi benefici di un conto corrente online a zero spese è legato all’assenza dei costi (come abbiamo visto nella descrizione dei conti) che invece sono presenti all’interno di un conto tradizionale.

Vi è poi da considerare che si tratta di un conto corrente molto vantaggioso in quanto è comodo e semplice da utilizzare, anche da casa, direttamente tramite il proprio computer o tramite app mobile.

Va da sé che affinché un conto online rimanga economico deve attenersi a determinate regole fondamentali. Tra queste ve ne è una in particolare, quella per cui si evitano file allo sportello fisico, mossa che fa invece lievitare il costo di ogni singola operazione.

Anche i costi (detto per altro in precedenza) sono pari a zero. Questo vuol dire che non ci sono spese legate al:

  • Canone;
  • Bollo;
  • Carta di credito e di debito;
  • Prelievi;
  • Depositi.

Sono da considerare gratuite anche le operazioni effettuate dal web o da mobile e App.

Per aprire uno di questi conti correnti basta andare sul sito della banca prescelta ed aprirne uno in pochi minuti.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Valoreazioni.com