Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 06-07-2013 9:11

Fondo di tutela dei depositi bancari

Le continue crisi bancarie e sui mercati finanziari hanno avuto l’effetto di creare una sorta di paranoia tra i risparmiatori, preoccupati di perdere il denaro versato sul conto corrente bancario. In realtà, bisogna subito sottolinearlo, i depositi bancari sono tutelati per legge dallo Stato italiano. In particolare oggi l’assicurazione sui depositi rappresenta una delle componenti fondamentali su cui si basa la rete di sicurezza dell’intero sistema bancario nazionale, senza contare i passi in avanti fatti per tutelare i depositi a livello europeo.

In base al Decreto Legislativo 24 marzo 2011, n. 49, è stato disposto un limite massimo di rimborso per ciascun depositante pari a 100.000 euro (in passato era di 103.291,38 euro), in caso di dissesto finanziario della banca. Il termine per il rimborso è di 20 giorni lavorativi, ma la Banca d’Italia può prorogare la scadenza di altri 10 giorni in casi di natura straordinaria.

Il termine di scadenza del rimborso prende il via dal giorno in cui si producono gli effetti del provvedimento di liquidazione coatta amministrativa, secondo quanto disposto dall’articolo 83 del Decreto Legislativo 1° settembre 1993, n. 385 del Testo Unico Bancario (T.U.B.). La garanzia dei depositi bancari avviene attraverso il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD) che, nei limiti previsti dallo Statuto, garantisce il denaro versato dai risparmiatori nelle banche italiane, nelle succursali italiani di banche comunitarie ed extra-comunitarie consorziate.

A questo Fondo aderiscono tutte le banche italiane che hanno come forma societaria quella della società per azioni. Le banche di credito cooperativo, invece, aderiscono al Fondo di garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo. Per legge le banche, però, non sono ammesse al fallimento. Tuttavia, Bankitalia può dichiarare lo stato di insolvenza e avviare la liquidazione coatta amministrativa oppure l’amministrazione controllata. Solo a questo punto sarà possibile iniziare a tutelare i depositanti.


Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Termini di ricerca:

  • fondo tutela depositi bancari

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Valoreazioni.com