Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 19-03-2013 8:14 Aggiornato il: 01-05-2013 12:12

Dividendi banche italiane 2013

Nelle scorse settimane la Banca d’Italia ha ufficialmente chiesto agli istituti di credito italiani che hanno chiuso il 2012 con una perdita o che hanno un indice patrimoniale inferiore rispetto a quello comunicato dalla vigilanza di non distribuire dividendi. Una “particolare prudenza” è stata poi chiesta anche agli istituti di credito il cui indice patrimoniale Core Tier 1 supera con un margine limitato il valore soglia. In ogni caso, secondo il parere di Bankitalia, l’ammontare dei dividendi da distribuire non dovrebbe superare il 50% dell’utile di esercizio distribuibile.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

%adv%

Di seguito i dividendi 2013 che le banche italiane distribuiranno ai loro azionisti in relazione all’esercizio 2012.

Banca Carige non distribuisce ;

Banca Carige RSP non distribuisce ;

Banca Generali 0,9 euro (data di stacco 20 maggio 2013);

Banca Finnat 0,01 euro (data di stacco 20 maggio 2013);

Banca Ifis 0,37 euro (data di stacco 6 maggio 2013);

Banca Intermobiliare non distribuisce;

Banca MPS non distribuisce;

Banco Desio e Brianza 0,0364 euro ;

Banco Desio BR. RNC 0,0437 euro ;

Banco Popolare non distribuisce;

Banco Sardegna RSP non distribuisce;

Banca Popolare di Spoleto non distribuisce ;

Banca Popolare dell’Emilia Romagna non distribuisce;

Banca Popolare di Milano non distribuisce;

Banca Popolare Etruria e Lazio non distribuisce;

Banca Popolare di Sondrio 0,033 euro;

Banca Profilo 0,002 euro;

Credem 0,12 euro (data di stacco 20 maggio 2013);

Credito Bergamasco 0,55 euro (data di stacco 6 maggio 2013);

Credito Valtellinese non distribuisce;

Intesa Sanpaolo 0,05 euro (data di stacco 20 maggio 2013);

Intesa Sanpaolo R 0,061 euro (data di stacco 20 maggio 2013);

Mediobanca — — ;

Mediolanum 0,18 euro (0,1 euro distribuiti a novembre 2012);

Ubi Banca 0,05 euro (data di stacco 20 maggio 2013);

Unicredit 0,09 euro;

Unicredit RSP — — ;


Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC
Strumenti Intregrati
3
BDSwiss
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC - BaFin- NFA - FSC - FSA
Oltre 250 coppie Forex e CFD su azioni, indici, energie e metalli
MetaTrader 4 e 5
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
8
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.