Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 11-02-2013 10:41 Aggiornato il: 10-10-2018 10:39

Dividendi 2013 FTSE Mib

Sul fronte dei dividendi, le maggiori aspettative sia del mercato che degli investitori riguardano le società facenti parte dell’indice FTSE Mib, il principale indice della Borsa di Milano in quanto composto dai 40 titoli più liquidi e più capitalizzati, facenti capo a società di primaria importanza negoziate anche nella Borsa After Hours (Mercato TAH).

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Per quanto riguarda in particolar modo i dividendi 2013, relativi quindi all’esercizio 2012, le prima società ad annunciare la proposta del Consiglio di amministrazione in tema di distribuzione degli utili è stata Fiat, i cui azionisti non intascheranno alcun dividendo, proprio come già accaduto lo scorso anno. Al contrario, Fiat Industrial distribuirà ai suoi azionisti una cedola pari a  0,225 euro per azione, in crescita quindi rispetto ai 0,185 euro per azione distribuiti lo scorso anno in relazione all’esercizio 2011.

Di seguito l’elenco delle società facenti parte dell’indice FTSE Mib e i dividendi per azione distribuiti nel corso del 2013 in relazione all’esercizio 2012, aggiornato di volta in volta sulla base delle informazioni fornite al riguardo dalle stesse società. Tra parentesi viene invece indicato il dividendo distribuito da ciascuna società nel 2012 in relazione all’esercizio 2011.

A2A  0,026 euro (0,13 euro nel 2012);
Ansaldo Sts 0,18 euro (0,2 euro più un’azione ogni sette possedute nel 2012);
Atlantia 0,355 euro distribuiti come acconto a novembre 2012 (nel 2012 0,746 euro, di cui 0,355 distribuiti a novembre 2011, più un’azione ogni 20 titoli posseduti);
Autogrill non distribuisce (0,28 euro nel 2012);
Azimut 0,55 euro (nel 2012 0,25 euro, di cui 0,1 euro come dividendo ordinario e 0,15 come dividendo straordinario);
Banca Mps non distribuisce (non distribuito nel 2012);
Banca Pop Emilia non distribuisce (nel 2012 0,03 euro più un’azione ogni 70 titoli posseduti);
Banca Pop Milano non distribuisce (non distribuito nel 2012);
Banco Popolare non distribuisce (non distribuito nel 2012);
Buzzi Unicem 0,05 euro (0,05 euro nel 2012);
Campari 0,07 euro (0,07 euro nel 2012);
Diasorin 0,5 euro (nel 2012 0,46 euro più 0,83 come dividendo straordinario a dicembre 2012);
Enel 0,15 euro (nel 2012 0,26 euro, di cui 0,1 distribuiti a novembre 2011);
Enel Green Power 0,0259 euro (0,0248 euro nel 2012);
Eni 1,08 euro, di cui 0,54 euro distribuiti come acconto a novembre 2012 (nel 2012 1,04 euro, di cui 0,52 distribuiti a settembre 2011);
Exor 0,335 euro (0,335 euro nel 2012);
Fiat non distribuisce (non distribuito nel 2012);
Fiat Industrial 0,225 euro (0,185 nel 2012);
Finmeccanica non distribuisce (non distribuito nel 2012);
Generali 0,2 euro (0,2 euro nel 2012);
Impregilo 1,49 euro (0,09 euro nel 2012);
Intesa Sanpaolo  0,05 euro (0,05 euro nel 2012);
Lottomatica 0,73 euro (0,71 euro nel 2012);
Luxottica 0,58 euro (0,49 euro nel 2012);
Mediaset non distribuisce (0,1 euro nel 2012);
Mediobanca — — (0,05 staccato a novembre 2012 su esercizio 2012/2013);
Mediolanum 0,1 euro distribuiti come acconto a novembre 2012 (nel 2012 0,11 euro, di cui 0,07 distribuiti a novembre 2011);
Parmalat 0,013 euro (0,1 euro nel 2012, di cui 0,052 come dividendo ordinario e 0,048 euro come dividendo straordinario);
Pirelli 0,32 euro (0,27 euro nel 2012);
Prysmian 0,42 euro (0,21 euro nel 2012);
Saipem 0,68 euro (0,70 euro nel 2012);
Salvatore Ferragamo 0,33 euro (0,28 euro nel 2012);
Snam 0,25 euro, di cui 0,1 euro distribuiti come acconto a ottobre 2012 (nel 2012 0,24 euro, di cui 0,1 distribuiti a ottobre 2011);
STMicroelectronics 0,1 dollari prima tranche – 0,1 dollari seconda tranche (nel 2012 0,4 dollari in 4 tranche);
Telecom Italia 0,02 euro (0,43 euro nel 2012);
Tenaris 0,43 dollari, di cui 0,13 dollari distribuiti come acconto a novembre 2012 (nel 2012 0,38 dollari, di cui 0,13 dollari distribuiti a novembre 2011) ;
Terna 0,20 euro, di cui 0,07 euro distribuiti come acconto a novembre 2012 (nel 2012 0,21 euro, di cui 0,08 distribuiti a novembre 2011);
Tod’s 2,7 euro(2,5 euro nel 2012);
UBI Banca 0,05 euro (0,05 euro nel 2012);
Unicredit 0,09 euro (non ha distribuito nel 2012).

CALENDARIO DIVIDENDI 2013 BORSA ITALIANA


Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
200$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC, Consob, CNMV, BaFin, KNF
Strumenti Intregrati
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.