Valoreazioni
Pubblicato da: Investitore - il: 27-08-2018 13:19 Aggiornato il: 07-11-2018 15:44

Dividendi 2019: previsioni Ftse Mib Borsa Italiana su esercizio 2018

Nonostante questo articolo nasca per affrontare il discorso relativo a quelle che sono le previsioni sui dividendi 2019 che verranno distribuiti dalle più importanti società del Ftse Mib di Borsa Italiana, credo sia utile inserire una premessa riguardante gli acconti sui dividendi 2019. Tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019, infatti, molte società staccheranno l’acconto sulla cedola. Tra i titoli interessati allo stacco dell’acconto ci sono sia alcune big del Ftse Mib che società di altri indici secondari. Le decisioni sugli acconti sono una cosa mentre le previsioni sullo stacco della cedola totale sono un’altra. Le stime sono inoltre da prendere ovviamente con molta prudenza. Il dividendo 2019 (ossia in stacco nel 2019) riguarda l’esercizio 2018 che non è neppure ancora terminato.

Questo articolo sugli stacchi dei dividendi 2019 non ha quindi valore informativo ma puramente ipotetico. La determinazione del possibile ammontare delle cedole non è casuale ma si basa su una serie di informazioni di fondo come lo storico dei dividendi e l’andamento su Borsa Italiana delle rispettive azioni.

Acconti dividendi 2018: stacchi di fine 2018 inizio 2019

L’acconto sul dividendo altro non è che una parte di cedola che viene staccato in anticipo appunto a titolo di acconto. Assieme a quello che poi sarà il saldo, l’acconto determina poi il dividendo complessivo. Nella quasi totalità dei casi quando un consiglio di amministrazione si pronuncia per lo stacco di un acconto, non fornisce informazioni su quello che poi sarà il saldo. L‘acconto sul dividendo viene solitamente staccato tra fine 2018 e inizio 2019 comunque in anticipo rispetto a quella che viene poi definita come la stagione dei dividendi nel corso della quale avviene lo stacco della cedola (o del saldo). Per questo motivo gli acconti sono parte dei cosiddetti dividendi di fine anno.

Attenzione perchè i dividendi di fine anno non sono solo gli acconti ma inglobano anche quelle cedole di società il cui bilancio non finisce il 31 dicembre come è il caso di Mediobanca e di Danieli (azioni ordinarie e di risparmio).

Gli acconti sui dividendi 2019 già decisi sono i seguenti:

Banca Mediolanum: 0,2 euro con data di stacco il 19 novembre 2018

Enel: 0,14 euro con data di stacco il 21 gennaio 2018

Eni: 0,42 euro con data di stacco il 22 settembre 2018

Recordati: 0,45 euro con data di stacco il 19 novembre 2018

Snam: 0,0905 euro con data di stacco il 21 gennaio 2019

Tenaris: 0,13 dollari con data di stacco il 19 novembre 2018

Dividendi 2019 già deliberati ad oggi

Gli unici dividendi 2019 che sono stati già deliberati sono quelli che fanno riferimento a società il cui bilancio non coincide con l’anno solare ma è invece un fiscal years all’americana. E’ questo il caso di Mediobanca e di Danieli ma anche di altre società che sono quotate su indici secondari.

I dividendi 2019 già decisi sono i seguenti:

Mediobanca: 0,47 euro con data di stacco il 19 novembre 2018

Danieli azioni ordinarie: 0,1 euro con data di stacco il 19 novembre 2018

Danieli azioni risparmio:  0,1207 euro con data di stacco il 19 novembre 2018

Masi Agricola: 0,1 euro con data di stacco il 24 settembre 2018

Sesa: 0,6 euro con data di stacco il 24 settembre 2018

STM (dividendo trimestrale): 0,06 dollari con prossime date di stacco il 17 dicembre 2018 e il 18 marzo 2019

Puoi investire in azioni che staccano il dividendo attraverso il Trading di CFD. In  questo modo non dovrai comprare direttamente azioni. Ad esempio puoi usare la piattaforma IQ Option.

CONTO DEMO

Conto demo gratis IQ Option

Scopri come fare trading di CFD sulle azioni! IQ Option ti permette di investire in azioni con i CFD in modo sicuro!

Investire in azioni con alto dividendo 2018 conviene

Ci sono tutta una serie di ragioni per le quali si ritiene che investire in azioni con alto dividendo sia molto utile. Non è intenzione di questo post fare proselitismo e provare a convincere a comprare azioni con alto dividendo, tuttavia mi preme mettere in risalto alcuni aspetti che ti invito a considerare attentamente prima di comporre il tuo pacchetto di investimento:

  1. se scegli di investire in azioni che pagheranno nel 2019 il dividendo più alto, avrai a disposizione una sorta di cuscino da utilizzare per attutire possibili perdite e crolli
  2. le azioni a più alto dividendo nel 2019 (cedola sull’esercizio 2018) sono destinate a perdere meno valore in caso di crolli azionari. Questo perchè le azioni a più alto dividendo sono titoli meno volatili rispetto alle azioni che presentano cedole più basse
  3. durante i rally dei mercati, i titoli ad alto dividendo registrano guadagni inferiori a quelli dei titoli ciclici essendo appunto meno volatili ossia essendo difensivi
  4. il giorno dello stacco del dividendo 2019, relativo all’esercizio 2018, prima dell’apertura del mercato il valore dell’azione viene decurtato dall’importo del dividendo stesso. Giusto per farti un esempio se il valore di una azione è 10 e tale titolo paga un dividendo di 1 euro allora il valore prima dell’apertura di Borsa Italiana è di 9 euro. Ricorda, però, che dopo l’apertura gran parte del valore spesso viene compensata dagli acquisti degli investitori. Anche per questo motivo investire nelle azioni con dividendi 2019 più alti è conveniente.

Ti ho dato ben quattro motivi per i quali investire in azioni con dividendi 2019 alti è un’occasione da non perdere.

ATTENZIONE – Quando parlo di investire in azioni non mi riferisco solo alla possibilità di comprare azioni. Oggi puoi anche investire in azioni attraverso il CFD Trading ed evitare così di doverti adeguare ai tanti doveri che la posizione di azionista impone. Anche attraverso il trading di CFD sulle azioni puoi trarre vantaggio dallo stacco dei dividendi 2019. Ti consiglio di non farti trovare impreparato in vista dello stacco e di esercitarti già oggi con la demo. Ad esempio con eToro.

CONTO DEMO

Conto demo gratis eToro

Scopri come fare trading sulle azioni in vista dei dividendi 2019! eToro ti permette di investire su tanti asset in modo sicuro: ci sono tutte le azioni del Ftse Mib!

Dividendi 2019 Ftse Mib: le tendenze generali

Considerando l’umore dei mercati in questa prima parte del 2018 non sarebbe sbagliato parlare di sentiment generalmente positivo. Molte azioni italiane hanno subito un apprezzamento con conseguente miglioramento delle rispettive quotazioni. Le previsioni sui dividendi 2019 sono quindi positive. Gran parte delle società di Borsa Italiana che già nel 2018 hanno staccato il dividendo (si tratta della cedola relativa all’esercizio 2017) potrebbero non solo confermare la remunerazione ma anzi aumentarla. Altre società che invece non hanno distribuito alcun dividendo sull’esercizio 2017 potrebbero svoltare e staccare la cedola. Prima di scendere nel dettaglio e, come si dice, fare i nomi, consiglio di leggere il post sui dividendi 2018.

Venendo ai nomi, Eni, Enel e Generali Assicurazioni potrebbero decidere di aumentare il dividendo riconosciuto sull’esercizio 2017. Una sorpresa potrebbe invece arrivare da FCA. Dopo un lungo digiuno, Fiat Chrysler Automobiles potrebbe decidere di staccare il dividendo. Si tratterebbe di un gesto importante per gli azionisti e per l’andamento delle azioni FCA su Borsa Italiana. In fin dei conti, chi lo potrebbe impedire? FCA è infatti riuscita a azzerare il debito grazie allo straordinario lavoro di Marchionne e quindi…sognare non ha prezzo.

Dividendi 2019 chi non lo staccherà

Ci sono alcune società del Ftse Mib di Borsa Italiana che non riconosceranno alcun dividendo 2019 sull’esercizio 2018. E’ questo il caso di Saipem. La società che opera nel settore engineering non ha concesso cedola già lo scorso anno e, con tutta probabilità, replicherà anche sull’esercizio in corso. Questa è una notizia negativa per gli azionisti che però non si possono lamentare. Quest’anno Saipem è una delle migliori azioni su Borsa Italiana.

Dividendi 2019 previsioni

E finalmente in quest’ultimo paragrafo affronterò l’argomento relativo a quelle che sono le previsioni sui dividendi 2019 società per società. A poter iniziare a sorridere sono i possessori di azioni Ferrari. Stando alle previsioni, infatti, la cedola che sarà staccata da Ferrari sarà pari a 1,04 euro, valore che si confronta con gli 0,71 euro staccati sull’esercizio 2018. Previsioni su cedola in aumento anche per Atlantia. Il dividendo staccato sull’esercizio 2018 dalla società delle autostrade era pari a 1,22 euro mentre le stime sull’esercizio 2018 (stacco 2019) vedono la cedola a 1,36 euro comprensivo di acconto e di saldo. Queste le previsioni teoriche sul dividendo Atlantia perchè in realtà la società sarà chiamata a fare i conti con l’impatto provocato dal crollo di Ponte Morandi a Genova (ponte sull’autostrada A10 in gestione a Autostrade per l’Italia). La decisione del governo di puntare alla revoca della concessione potrebbe avere conseguenze significative sul dividendo Atlantia 2019 ipotizzato.

Dividendi 2019 tutte le società

Di seguito tutte le previsioni sui dividendi 2019 delle società quotate sul Ftse Mib di Borsa Italiana. Per ogni società è indicata la stima sulla cedola e l’entità del dividendo staccato nel 2018 sull’esercizio 2017. In questo modo potrai effettuare in autonomia una prima comparazione e magari definire la strategia trading da adottare.

A2A: dividendo 2019 stimato 0,07 euro, dividendo 2018 0,0578

Atlantia: 1,36 –  1,22

Azimut: 1,08 – 2

Banco BPM: Non disponibile – Non ha distribuito

Banca Generali: 1,3 –  1,25

Banca Mediolanum: 0,39 – 0,4

BPER Banca: 0,15 – 0,11

Brembo: 0,23 – 0,22

Buzzi Unicem: 0,22 – 0,12

Campari: 0,05 – 0,0

CNH Industrial:0,22 – 0,14

Enel: 0,28 – 0,237

Eni: 0,83 – 0,8

EXOR: 0,37 – 0,35

FCA: 0,23 – Non ha distribuito

Ferrari: 1,04 – 0,71

FinecoBank: 0,32 – 0,285

Generali: 0,9 – 0,85

Intesa Sanpaolo: 0,2 – 0,203

Leonardo: 0,14 – 0,14

Luxottica: 1,01 – 1,01

Mediaset: 0,09 – Non ha distribuito

Mediobanca: 0,49  0,47 (novembre 2018)

Moncler: 0,33 – 0,28

Pirelli: 0,17 – Non ha distribuito

Poste Italiane: 0,44 – 0,42

Prysmian: 0,45 – 0,43

Recordati: 0,91 – 0,85

Saipem: Non distribuirà – Non ha distribuito

Salvatore Ferragamo: 0,37 – 0,38

Snam: 0,22 – 0,2155

Telecom Italia: 0,01 – Non ha distribuito

Terna: 0,23 – 0,22

UBI Banca: 0,13 – 0,11

Unicredit: 0,36 – 0,32

Unipol: 0,17 – 0,18

UnipolSAI: 0,14 –  0,145

Dividendi 2019 Borsa Italiana come prepararsi

investire in azioni trading online

Mancano ancora molti mesi alla pubblicazione delle decisioni sui dividendi 2019, relativi all’esercizio 2018, da parte delle società del Ftse Mib. Solitamente, infatti, le delibere dei consigli di amministrazione sulle cedole da sottoporre poi alle rispettive assemblee degli azionisti, vengono adottate a cavallo nel periodo compreso tra fine febbraio e aprirle in occasione dell’approvazione dei conti dell’esercizio 2018. Sarà in quella circostanza che verrà anche stabilita la destinazione dell’utile. Il fatto che manchi ancora tempo è comunque relativo. Molto probabilmente ci saranno, infatti, delle anticipazioni sull’ammontare del dividendo già nei prossimi mesi. Questo significa che le società che saranno al centro di indiscrezioni sul loro prossimo dividendo potrebbero quindi registrare già oscillazioni delle rispettive quotazioni.

Operativamente, quindi, una certa attenzione dovesti rivolgerla alle notizie e agli aggiornamenti su questo argomento. Stime migliori delle attese base possono infatti tradursi un un apprezzamento del titolo interessato. Ovviamente vale anche il discorso inverso ossia se il dividendo 2019 dovesse essere inferiore alle previsioni, allora sarebbe possibile un deprezzamento delle quotazioni. In conclusione, quindi, le stime sui dividendi sono da annoverare tra i tanti market mover che influenzano il mercato.  Ma in attesa di conoscere l’entità dei dividendi 2019 (quella effettiva e non le previsioni) cosa si può fare?

In conclusione di questo post dedicato alle ultime notizie sui dividendi 2019, voglio darti due consigli. Il primo è operativo. Poichà le decisioni sulle cedole saranno occasione per fare trading online, ti suggerisco di arrivare preparato all’appuntamento imparando ad investire attraverso il trading di CFD. Oggi i broker ti mettono a disposizione conti demo assolutamente gratuiti per imparare ad operare.

Ad esempio, puoi aprire un conto con IQ Option, broker specializzato nel trading di CFD sulle azioni di Borsa Italiana. IQ Option è uno dei broker che presentano le migliori condizioni per operare e in più garantisce un’attenzione alle esigenze di assistenza del cliente-utente.

CONTO DEMO

24Option demo gratis

Investire sulle azioni on 24Option conviene grazie al conto demo! 24Option ti fornisce gratuitamente la demo per fare trading di CFD su tante azioni!

Accanto a questo suggerimento più pratico voglio poi darti anche un consiglio più teorico. Per investire in azioni sfruttando i dividendi azionari devi per forza di cose sapere come funzionano i dividendi. In particolare ti consiglio di leggere le guide relative alla tassazione sui dividendi. Se vuoi investire senza comprare direttamente azioni ti rimando invece a come investire sui dividendi attraverso il trading di CFD.


Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Termini di ricerca:

  • dividendi intesa 2019
  • dividendo intesa 2019
  • dividendi 2019 previsioni
  • acconto dividendo enel 2019
  • consensus utili società ftse mib 2018
  • dividendo banca mediolanum 2019
  • dividendi intesa sanpaolo 2019
  • intesa sanpaolo del 2018 previsioni dividendi 2019
  • previsioni dividendi 2019
  • atlantia dividendo 2019

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Valoreazioni.com