Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 15-02-2013 8:26 Aggiornato il: 15-02-2013 8:44

Dividendo Eni 2013 esercizio 2012

Il Consiglio di amministrazione di Eni nel corso della riunione di ieri ha esaminato i risultati consolidati del quarto trimestre e del preconsuntivo 2012, nonché formulato la proposta sul dividendo da distribuire agli azionisti nel corso della prima parte del 2013 in relazione all’esercizio 2012, che verrà poi sottoposta all’approvazione dell’assemblea.

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € ✅ Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

In particolare, il dividendo proposto è di 1,08 euro per azione, di cui 0,54 euro sono già stati distribuiti come acconto durante l’ultima parte dello scorso anno. A fronte di ciò, dunque, il 23 maggio prossimo coloro che risulteranno in possesso delle azioni Eni alla data di stacco del dividendo (21 maggio 2013) intascheranno un saldo sul dividendo relativo all’esercizio 2012 pari a 0,54 euro per azione. Lo scorso anno, ricordaimo, Eni aveva distribuito ai suoi azionisti un dividendo relativo all’esercizio 2011, comprensivo di acconto, pari a 1,04 euro per azione.

Eni ha archiaviato il 2012 con un utile operativo adjusted in crescita del 14,6% a 19,75 miliardi (+20,2% se si esclude il contributo di Snam), un utile netto adjusted in aumento del 2,7% a 7,13 miliardi (+7,6% se si esclude il contributo di Snam), un cash flow di 12,42 miliardi e un utile netto di 7,79 miliardi. Se si considera solo il quarto trimestre dell’anno, invece, l’utile operativo adjusted è cresciuto del 17% a 4,96 miliardi (+29,7% senza Snam), l’utile netto adjusted ha segnato una flessione del 3,6% a 1,52 miliardi (+9,2% senza Snam), il cash flow è stato di 2,17 miliardi e l’utile netto di 1,46 miliardi di euro.

Al 31 dicembre 2012 l’indebitamento netto di Eni ammontava a 15,45 miliardi di euro, in calo rispetto agli oltre 27 miliardi di inizio anno soprattutto per via della cessione del 30% di Snam.

chiusura
variazione
()
APERTURA
MASSIMO
MINIMO
AGGIORN.
01/01/70 00:00
+

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC
Strumenti Intregrati
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.