Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 05-01-2013 10:16 Aggiornato il: 02-01-2013 16:37

Previsioni dividendi 2013 FTSE Mib – aggiornamento gennaio 2013

Nel corso del primo trimestre dell’anno appena inziato la maggior parte delle società quotate a Piazza Affari approverà il bilancio relativo all’esercizio 2012 e contestualmente comunicherà l’eventuale quota di utili che sarà distribuita agli azionisti sotto forma di dividendo.

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Al riguardo, assumono una notevole rilevanza le previsioni degli analisti sul dividendo per azione che ciascuna società distribuirà in relazione all’esercizio appena concluso, in quanto molto spesso questa forma di remunerazione rientra tra i fattori che gli investitori prendono in considerazione nel momento in cui scelgono i titoli azionari da inserire nel proprio portafoglio di investimenti.

Di seguito le previsioni sui dividendi distribuiti nel 2013 in relazione all’esercizio 2012 dalle società che compongono l’indice FTSE MIB, sulla base delle stime raccolte entro il 2 gennaio 2013.

– A2A 0,03 euro;
– Ansaldo Sts 0,18 euro;
– Atlantia 0,77 euro;
– Autogrill 0,26 euro;
– Azimut 0,34 euro;
– Banca Mps 0,00 euro;
– Banca Pop Emilia 0,09 euro;
– Banca Pop Milano 0,00 euro;
– Banco Popolare 0,02 euro;
– Buzzi Unicem 0,09 euro;
– Campari 0,08 euro;
– Diasorin 0,44 euro;
Enel 0,15 euro;
– Enel Green Power 0,03 euro;
Eni 1,09 euro;
– Exor 0,35 euro;
– Fiat 0,05 euro;
– Fiat Industrial 0,22 euro;
– Finmeccanica 0,05 euro;
– Generali 0,32 euro;
– Impregilo 1,00 euro;
– Intesa Sanpaolo 0,05 euro;
– Lottomatica 0,80 euro;
– Luxottica 0,58 euro;
– Mediaset 0,01 euro;
– Mediobanca 0,15 euro (esercizio 2012/2013);
– Mediolanum 0,17 euro;
– Parmalat 0,07 euro;
– Pirelli 0,33 euro;
– Prysmian 0,26 euro;
– Saipem 0,75 euro;
– Salvatore Ferragamo 0,29 euro;
– Snam 0,25 euro;
– STMicroelectronics 0,38 euro;
– Telecom Italia 0,05 euro;
– Tenaris — ;
– Terna 0,19 euro;
– Tod’s 2,76 euro;
– UBI Banca 0,06 euro;
– Unicredit 0,06 euro.


Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IG Markets Deposito: 0€
Licenza: FCA / CONSOB
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IQ Option Deposito: 10 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

ASPETTA!

Oggi 57 nuovi studenti hanno scaricato gratuitamente la guida al trading online di 24option!

VUOI SCARICARE ANCHE TU L'EBOOK GRATIS?