Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 04-06-2013 17:20

Previsioni dividendi 2014 FTSE Mib – Aggiornamento giugno 2013

La maggior parte delle società quotate a Piazza Affari ha appena terminato di distribuire le cedole spettanti agli azionisti in relazione all’esercizio 2012, tuttavia gli investitori, soprattutto coloro che sono soliti adottare strategie di investimento focalizzate sui dividendi, stanno già tenendo d’occhio le stime degli analisti sulle cedole che saranno distribuite nel 2014 in relazione all’esercizio in corso.

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Sebbene secondo molti sia ancora troppo presto per formulare delle previsioni attendibili, bisogna sottolineare che tali stime sono state formulate anche tenendo in considerazione l’avvio dell’anno, dal momento che le società quotate alla Borsa di Milano hanno già provveduto a comunicare i risultati realizzati nel corso del primo trimestre dell’anno.

Di seguito le previsioni sui dividendi che saranno distribuiti nel 2014 in relazione all’esercizio 2013 dalle società che compongono l’indice FTSE Mib, sulla base delle stime raccolte entro il 3 giugno 2013.

A2A 0,03 euro;
Ansaldo Sts 0,19 euro;
Atlantia 0,95 euro;
Autogrill 0,22 euro;
Azimut 0,57 euro;
Banca Mps 0,00 euro;
Banca Pop Emilia 0,08 euro;
Banca Pop Milano 0,01 euro;
Banco Popolare 0,02 euro;
Buzzi Unicem 0,11 euro;
Campari 0,08 euro;
Diasorin 0,46 euro;
Enel 0,14 euro;
Enel Green Power 0,03 euro;
Eni 1,09 euro;
Exor 0,35 euro;
Fiat 0,03 euro;
Fiat Industrial  0,26 euro;
Finmeccanica 0,07 euro;
Generali 0,42 euro;
Gtech 0,77 euro;
Intesa Sanpaolo 0,05 euro;
Luxottica 0,69 euro;
Mediaset 0,01 euro;
Mediobanca 0,08 euro (esercizio 2012/2013);
Mediolanum 0,22 euro;
Parmalat 0,05 euro;
Pirelli 0,34 euro;
Prysmian 0,42 euro;
Saipem 0,34 euro;
Salvatore Ferragamo 0,42 euro;
Snam 0,25 euro;
STMicroelectronics 0,40 euro;
Telecom Italia 0,04 euro;
Tenaris — ;
Terna 0,20 euro;
Tod’s 3,02 euro;
UBI Banca 0,06 euro;
Unicredit 0,08 euro.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IC Markets Deposito: 200€
Licenza: AFSL/ASIC - FSA
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IG Markets Deposito: 0€
Licenza: FCA / CONSOB
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.