Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 23-04-2013 15:10 Aggiornato il: 21-07-2018 12:28

Stacco dividendi 20 maggio 2013

Il 20 maggio 2013 è il giorno scelto per lo stacco dei dividendi 2013 dalla maggior parte delle società quotate a Piazza Affari che, sulla base dei risultati realizzati nel corso del 2012, hanno deciso di distribuire una remunerazione ai loro azionisti.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

La data di stacco del dividendo risulta di fondamentale importanza oltre che sul fronte della maturazione del diritto ad intascare il dividendo anche in relazione al valore dell’azione stessa, in quanto all’apertura della seduta di Borsa del giorno previsto per lo stacco della cedola viene decurtato dal valore di chiusura dell’azione registrato al termine della precedente seduta di Borsa l’ammontare del dividendo distribuito. Ad esempio, se l’azione di una data società che il 20 maggio 2013 stacca un dividendo di 0,50 euro per azione ha chiuso la seduta del 17 maggio a 1,50 euro, il 20 maggio 2013 avvierà le negoziazioni ad un valore di 1,00 euro per azione.

Di seguito le società quotate a Piazza Affari che staccheranno il dividendo il 20 maggio 2013, con messa in pagamento il giorno 23 dello stesso mese.

Acea 0,3 euro
Ansaldo STS 0,18 euro
Ascopiave 0,11 euro
Atlantia 0,746 euro
Azimut 0,55 euro
Banca Generali 0,9 euro
Banca Finnat 0,01 euro
Bolzoni 0,05 euro
Bonifiche Ferraresi 0,04 euro
Brunello Cucinelli 0,08 euro
Buzzi Unicem 0,05 euro
Buzzi Unicem RNC 0,104 euro
Campari 0,07 euro
Cattolica Assicurazioni 0,8 euro
Cembre 0,16 euro
Cementir 0,04 euro
Credem 0,12 euro
Diasorin 0,5 euro
Enel Green Power 0,0259 euro
El.En. 0,5 euro
Elica 0,0237 euro
EI Towers 0,42 euro
Eni 1,08 euro
Erg 0,4 euro
Geox 0,06 euro
Generali 0,2 euro
IGD 0,07 euro
Impregilo 1,49
Impregilo RSP 1,594 euro
Indesit 0,2 euro
Indesit Company R 0,218 euro
Intesa Sanpaolo 0,05 euro
Intesa Sanpaolo R 0,061 euro
Italcementi 0,06 euro
Italcementi RSP 0,06 euro
Lottomatica 0,73 euro
Luxottica 0,58 euro
Mediolanum 0,18 euro
Parmalat 0,013 euro
Piaggio 0,92 euro
Pirelli & C. 0,32 euro
Pirelli & C. RNC 0,39 euro
Ratti 0,1 euro
Sabaf 0,35 euro
Saipem 0,68 euro
Saipem Risp. 0,71 euro
Salvatore Ferragamo 0,33
Sat 0,19 euro
Snam 0,25 euro
Sol 0,1 euro
Tenaris 0,43 dollari
Tesmec 0,035 euro
Tod’s 2,7 euro
UBI Banca 0,05 euro
Unicredit 0.09 euro
Unipol 0,15 euro
Unipol PRIV o,17 euro
Vianini Industria 0,02 euro
Vianini Lavori  0,1 euro
Vittoria Assicurazioni 0,17 euro

+

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
200$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTrade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Broker con più regolamentazioni
Copy trading
Segnali di Trading
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.