Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 03-12-2013 6:10 Aggiornato il: 01-05-2016 22:43

Elenco tasse da pagare a dicembre 2013

Il Natale si avvicina e con esso anche le scadenze fiscali, che anche questa volta morderanno i risparmi degli italiani. I contribuenti del Belpaese saranno costretti ancora una volta a partecipare a una vera e propria maratona di tasse da pagare. L’ingorgo fiscale si concluderà addirittura a metà gennaio 2014, quando sarà necessario pagare la mini-Imu in quei 2.500 Comuni italiani che hanno alzato l’aliquota sulla prima casa. A dicembre si è cominciato già ieri con l’acconto Irpef al 100% per le persone fisiche e le società di persone.

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € ✅ Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

Chi ha versato il primo acconto del 39,6% la scorsa estate, dovrà pagare il 60,4%. Questo acconto Irpef di dicembre spetta ai contribuenti che nell’ultima dichiarazione dei redditi 2013 hanno denunciato un’imposta a debito superiore a 51,65 euro. Sempre ieri è scattata anche la cedolare secca sugli affitti delle case. L’aliquota dell’acconto è pari al 95%. Chi, invece, ha optato per un canone d’affitto concordato può considerare la riduzione del prelievo fiscale al 15% dal 19%, attraverso l’utilizzo del metodo previsionale.

Sempre ieri le società di persone e i piccoli imprenditori inquadrati come persone fisiche hanno dovuto versare l’acconto Irap. Chi ha già versato il 39,6% la scorsa estate, ora ha dovuto chiudere i conti con un altro acconto del 60,4%. Anche chi è inquadrato nel regime dei minimi, ovvero senza obbligo di pagamento di Irap e Iva, ha dovuto sostenere il versamento dell’acconto. Pagata ieri anche l’Ivie, ovvero l’imposta sugli immobili detenuti all’estero, e l’Ivafe, cioè l’imposta sulle attività finanziarie detenute all’estero.

Entro il 10 dicembre le Spa e le Srl dovranno pagare l’acconto Ires (imposta sui redditi societari) e Irap. L’acconto sarà pari al 102,5% (per banche e compagnie assicurative il 130%). Entro il 16 dicembre bisognerà pagare l’Imu sulle seconde case, sulle prime case di lusso, sui capannoni e gli altri immobili strumentali. Infine, entro il 27 dicembre si tornerà alla cassa per l’acconto Iva. Una vera e propria stangata per tutti i contribuenti italiani!


Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC
Strumenti Intregrati
3
BDSwiss
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC - BaFin- NFA - FSC - FSA
Oltre 250 coppie Forex e CFD su azioni, indici, energie e metalli
MetaTrader 4 e 5
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
8
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.