Valoreazioni
Pubblicato da: Alessandra Caparello - il: 19-03-2015 10:47

Pensione vecchiaia INPS, ecco i requisiti 2015

La riforma pensioni Fornero (D.L. 201/11 convertito in Legge n. 214/2011) ha modificato l’età pensionabile per donne e uomini. Tutto quello che c’è da sapere sulla pensione di vecchiaia.

Pensione vecchiaia INPS

Prestazione patrimoniale che consiste nel versamento mensile di una somma di denaro da parte dell’INPS in favore di un lavoratore che abbia raggiunto determinati requisiti, la pensione di vecchiaia è stata oggetto della famosa riforma Fornero approvata con la manovra salva Italia dall’ex Governo guidato da Monti.

Requisiti pensione vecchiaia INPS 2015

Per poter conseguire la pensione di vecchiaia il lavoratore deve avere raggiunto una determinata età pensionabile:

pensione donne lavoratrici dipendenti:
-63 anni e 9 mesi dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2015
-65 anni e 3 mesi dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2017
-66 anni e 3 mesi dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2020.

Pensione donne lavoratrici autonome:
-64 anni e 9 mesi dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2015
-65 anni e 9 mesi dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2017
-66 anni e 3 mesi dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2020.

Pensione uomini lavoratori dipendenti
-66 anni e 3 mesi dal 1° gennaio 2013 al 31 dicembre 2015
-66 anni e 3 mesi dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2020.

Pensione uomini lavoratori autonomi
-66 anni e 3 mesi dal 1° gennaio 2013 al 31 dicembre 2015
-66 anni e 3 mesi dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2020.

Pensione vecchiaia: anzianità contributiva

Per poter fare domanda di pensione di vecchiaia occorre un’anzianità contributiva di  20 anni. Sono utili a tale scopo:
contributi figurativi: sono contributi accreditati, senza onere a carico del lavoratore, per periodi durante i quali non ha prestato attività lavorativa né dipendente né autonoma; ha percepito un’indennità a carico dell’Inps; ha percepito retribuzioni in misura ridotta.
-contributi volontari: possono essere effettuati dai lavoratori, che hanno cessato o interrotto l’attività lavorativa, per perfezionare i requisiti di assicurazione e di contribuzione necessari per raggiungere il diritto ad una prestazione pensionistica o per incrementare l’importo del trattamento pensionistico a cui si avrebbe diritto, se sono già stati perfezionati i requisiti contributivi richiesti.

-contributi da riscatto: sono contributi che vengono accreditati a seguito della facoltà concessa al lavoratore o al pensionato di coprire periodi, altrimenti privi di contribuzione.

-contributi da ricongiunzione: sono contributi accreditati a favore del lavoratore che ha richiesto l’unificazione (ricongiunzione) di tutti i suoi contributi presso un unico fondo.

 

Domanda pensione vecchiaia

Per ottenere la pensione di vecchiaia è necessario presentare all’INPS una domanda:
•    on line: attraverso i servizi telematici dell’INPS sul portale www.inps.it, accessibili direttamente dai cittadini attraverso un apposito codice PIN
•    telefonicamente: utilizzando il call center dell’INPS
•    tramite enti di patronato: rivolgendosi ad un ente di patronato autorizzato dall’INPS che fornisce ai cittadini sia i servizi telematici sia la necessaria assistenza per la compilazione della domanda.


Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Valoreazioni.com