Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 01-04-2014 9:14 Aggiornato il: 02-05-2016 13:22

Assegno con firma falsa pagato dalla banca

Quando non ci si accorge per tempo di un assegno rubato o smarrito può capitare che qualche malintenzionato provi ad utilizzare un assegno in bianco per sottrarre dei soldi dal conto corrente a cui è associato l’assegno stesso. In questo caso, dunque, l’assegno viene falsificato apportando una firma che non è quella del titolare del conto corrente.

Pertanto, essendo la banca tenuta per legge a controllare con la massima prudenza la persona che si presenta allo sportello per l’incasso di un assegno, qualora la firma risulti palesemente diversa da quella del titolare del carnet di assegni a cui appartiene il singolo assegno, la banca non deve procedere al pagamento. Qualora invece paghi ugualmente l’assegno risulta responsabile e pertanto il cliente è legittimato a chiedere il rimborso. Questo però a patto che la banca non riesca a dimostrare di avere agito con diligenza. Per poter attribuire la responsabilità alla banca, infatti, è necessario che l’alterazione della firma sia evidente, rilevabile quindi “a colpo d’occhio”, non essendo l’impiegato bancario un esperto grafologo o in possesso di specifiche attrezzature che consentono di rilevare la falsificazione della firma.

Tuttavia, qualora l’incasso dell’assegno possa essere attribuito ad una specifica responsabilità della banca, il cliente può chiedere il rimborso della somma pagata tramite assegno con firma apocrifa attraverso apposita richiesta di rimborso, di cui proponiamo di seguito un fac-simile.

Spett. le…………..
Via ………………..
Città ………………
Ufficio reclami

RACCOMANDATA A.R.

Oggetto: richiesta rimborso assegno

Il/La sottoscritto/a ………………. nato/a ………………. il ………………. e residente a ………………. in via ………………. titolare del conto corrente n° ………………. aperto presso la Vostra filiale di ……………….

PREMESSO CHE

in data ………………. risulta dal mio estratto conto che è stato pagato l’assegno n° ………………. per un importo complessivo di €………………., nonostante la firma apposta sull’assegno fosse chiaramente non autentica e pertanto con una palese violazione dei comuni canoni della prudenza e diligenza (ex art. 1176, 2° comma – c.c.)

CHIEDE

il rimborso della suddetta somma sottratta dal conto corrento per il pagamento dell’assegno con firma apocrifa entro dieci giorni dal ricevimento della presente. Qualora il pagamento non dovesse pervenire entro il suddetto termine, il/la sottoscritto/a si riserva di far valere i suoi diritti presso le sedi competenti.

Cordiali saluti

Luogo e data

Firma


Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Valoreazioni.com