Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 01-04-2019 9:51 Aggiornato il: 15-04-2019 12:23

Revoca del fido bancario

Il fido può essere considerato una sorta di prestito che la banca accorda ad un suo cliente, tuttavia la differenza tra fido e prestito sta nel fatto che nel caso del fido la somma di denaro non viene trasferita al cliente in un’unica soluzione ma semplicemente viene messa a sua disposizione, per cui in caso di necessità il cliente può utilizzarla tutta o solo in parte accedendovi tramite il proprio conto corrente. La somma prelevata verrà poi ripristina dal cliente attraverso successivi versamenti.

Conosci il SOCIAL TRADING ? Scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo su eToro e inzia a copiarli !  Disponibile conto demo gratuito con 100.000€ virtuali. Prova ora >>

Conosci il SOCIAL TRADING ? Scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo su eToro e inzia a copiarli !  Disponibile conto demo gratuito con 100.000€ virtuali. Prova ora >>

Riguardo al recesso da parte della banca, occorre distinguere due casi, ovvero quello in cui il contratto tra l’istituto e il suo cliente sia a tempo determinato e quello in cui, invece, tale contratto risulta essere a tempo indeterminato. Nel caso del contratto a tempo determinato, la banca può recedere prima della scadenza del termine solo per giusta causa e dando un preavviso non inferiore ai 15 giorni, entro i quali il cliente deve quindi provvedere alla restituzione delle somme utilizzate e degli interessi maturati.

Nel caso in cui il contratto sia a tempo indeterminato, invece, la banca può recedere in qualunque momento, anche senza che sussista una giusta causa, applicando semplicemente il preavviso indicato nel contratto stesso e che in moltissimi casi è di un solo giorno. Diverse pronunce della Corte di Cassazione hanno definito illegittima la revoca del fido da parte della banca quando siano rinvenibili i caratteri dell’arbitrarietà e della imprevedibilità, nonché l’assenza di buona fede.

Ma cosa fare quando ci si trova di fronte ad una revoca del fido bancario? Oltre a poter impugnare la revoca dinanzi all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) oppure davanti al Giudice, il cliente, sempre che esistano i presupposti per farlo, può formulare insieme alla banca un cosiddetto piano di rientro, ovvero accordarsi con questa sulla restituzione delle somme dovute e dei relativi interessi attraverso pagamenti mensili, sulla base di quelle che sono le proprie disponibilità.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Plus500 Deposito: 100 €
Licenza: FCA-CySEC-ASIC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IQ Option Deposito: 10 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Valoreazioni.com