Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 27-03-2013 14:18 Aggiornato il: 27-03-2013 15:32

Investire in azioni bancarie nel 2013

Quello bancario è senza dubbio tra i settori azionari più rischiosi in questo particolare periodo storico. Ad oggi, infatti, il valore delle azioni bancarie è inferiore di circa un terzo rispetto al 2009, in particolare dopo una lenta discesa culminata nel minimo storico raggiunto dall’indice di settore nel luglio del 2012 si è verificata una leggera ripresa che però poi ha visto un nuovo crollo dalla fine di gennaio di quest’anno, complici soprattutto lo scandalo di cui è stata protagonista Banca MPS, l’incertezza politica che ha seguito le elezioni di fine febbraio e le tensioni su Cipro.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Le prospettive per il futuro, poi, non appaiono certo positive, visto che si temono pesanti svalutazioni per sofferenze e crediti incagliati, a cui si aggiungono ricapitalizzazioni per un ammontare complessivo stimato in circa 18 miliardi di euro per via dei requisiti patrimoniali previsti da Basilea 3.

%adv%

La maggior parte delle banche italiane, inoltre, prosegue nel programma di riduzione dei costi, sia attraverso un taglio del costo del lavoro che mediante una riduzione della rete distributiva.

Chi intende investire in azioni bancarie nel corso del 2013, dunque, deve considerare che i problemi di fondo che hanno portato ad un forte calo dell’intero settore sono ben lontani dall’essere risolti, tuttavia gli analisti sottolineano che il calo registrato nel corso degli ultimi mesi ha riaperto in Borsa spazi per un recupero e che alcuni istituti di credito offrono una buona remunerazione ai loro azionisti. Figurano tra questi Intesa Sanpaolo, (dividendo relativo all’esercizio 2012 di 5 centesimi per le azioni ordinarie e di 6,1 centesimi per le azioni di risparmio), Unicredit (dividendo di 9 centesimi per azione) e UBI Banca (dividendo di 5 centesimi per azione).


Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
200$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTrade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Broker con più regolamentazioni
Copy trading
Segnali di Trading
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.