Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 09-11-2012 16:04

Investire sui dividendi evitando rischi

In un periodo come quello attuale, caratterizzato da tassi di interesse al minimo storico, i dividendi azionari sono tornati ad essere una forte attrattiva per gli investitori e per tutti coloro che intendono far fruttare il proprio capitale. La strategia che punta sui dividendi distribuiti dalle società quotate, tuttavia, sebbene possa apparire innocua e di facile realizzazione, nasconde delle insidie che rendono piuttosto rischiosa questa pratica.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

A mettere in guardia coloro che investono in azioni puntando ai dividendi è Roberto Magnatantini, fund manager di Banque Syz, in un articolo pubblicato su Milano Finanza. L’esperto comincia anzitutto con l’elencare quelli che sono i punti forti dei dividendi, tra cui figura una maggiore stabilità e prevedibilità rispetto agli utili, da cui derivano due vantaggi: il primo è che il dividendo si mantiene anche durante gli eventuali periodi di caduta delle quotazioni in Borsa, mentre il secondo deriva dall’impossibilità per le società che distribuiscono dividendi di mascherare cattivi risultati, di conseguenza sono “obbligate” a compiere delle scelte strategiche improntate alla prudenza.

Passiamo ora ai rischi. Il primo rischio di cui occorre tener conto riguarda la possibilità che la società decida di tagliare i dividendi, dal momento che la loro distribuzione non è mai garantita. Pertanto è sempre opportuno diversificare il proprio portafoglio ed evitare di concentrarsi su un numero ristretto di titoli, inoltre occorre focalizzarsi sulle aziende che offrono un rendimento compreso tra il 2% e il 6% (un range che consente di conciliare dividendo e crescita) ed escludere le aziende con fondamentali insufficienti. Dopo aver attuato questo primo filtro occorre poi passare ad un’analisi più dettagliata basata su alcuni specifici fattori, come le prospettive di crescita futura, la qualità del management e la solidità della strategia.

Secondo Magnatantini un approccio di questo tipo punta a realizzare una sovra-performance nel lungo periodo e consente di beneficiare di un rendimento del dividendo sensibilmente superiore a quello del mercato mondiale, che al momento si aggira intorno al 2,7%.


Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
200$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Plus500
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Vasta scelta di CFD
Deposito min: 100 €
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.