Valoreazioni
Pubblicato da: Simone Ricci - il: 20-08-2015 10:00 Aggiornato il: 01-05-2016 22:29

Moncler è l’azienda più al sicuro dalla svalutazione dello yuan

Le preoccupazioni relative all’economia cinese e, soprattutto, alla possibile svalutazione dello yuan hanno avuto delle ripercussioni forti sulle Borse di tutto il mondo. Il settore maggiormente colpito è stato quello del lusso, ma alcuni analisti finanziari si sono detti piuttosto ottimisti a tal proposito. Si tratta di quelli di Deutsche Bank, sicuri che una eventuale svalutazione della moneta asiatica potrà essere gestita senza panico.

Le previsioni riguardano una perdita di 5 punti percentuali rispetto alle altre valute internazionali. L’azienda che può stare più tranquilla in questo caso è Moncler, marchio celebre soprattutto per i suoi piumini invernali. In effetti, gli analisti dell’istituto di credito tedesco hanno parlato di un impatto sul risultato ante oneri finanziari (EBIT) compreso tra il 2 e il 3%, il più basso in assoluto del comparto. Una percentuale trascurabile se confrontata con quella prevista per la svizzera Swatch (7% per la precisione).

La correlazione tra EBIT e svalutazione dello yuan si spiega con la domanda cinese e la sua incidenza sulle vendite totali di queste aziende. Tra l’altro, potrebbero esserci dei fattori in grado di ridurre ulteriormente i numeri appena elencati. Eccesso di ottimismo? Lo yuan ha fatto registrare negli ultimi giorni una svalutazione pari a tre punti percentuali e i titoli del lusso hanno reagito immediatamente con molto nervosismo.

La tranquillità degli analisti si spiega col fatto che la svalutazione ha già prodotto i suoi effetti sui prezzi delle azioni, anche se bisogna tenere in grande considerazione altri elementi per delineare uno scenario ancora più concreto. In particolare, non contano solamente le domande di consumatori cinesi per quel che riguarda i prodotti del lusso, ma anche la volatilità dei tassi di cambio, i prezzi delle materie prime e gli eventi geopolitici.

Deutsche Bank non ha aumentato il pessimismo nemmeno nei confronti di altre aziende italiane del settore, in primis Yoox, Brunello Cucinelli e Safilo. In poche parole, il nervosismo è stato dettato da una reazione iniziale e comprensibile, ma che non dovrebbe ripetersi nel corso dei prossimi giorni.


Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Valoreazioni.com