Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 20-08-2014 10:30 Aggiornato il: 20-08-2014 8:33

Unicredit diventa il secondo azionista di O2

Il gruppo Unicredit diventa il secondo azionista di O2; la controllata ceca dell’istituto italiano ha acquistato il 5,86% del capitale dell’operatore telefonico locale. Adesso si attendono gli effetti in borsa di questa nuova operazione di mercato.

✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Come si legge su Reuters, UniCredit Bank Czech Republic and Slovakia, ha acquisito uno quota di circa 5,86% dell’operatore telefonico O2 Czech Republic e ciò ne fa il secondo azionista dopo PPF Group che detiene la maggioranza. La controllata ceca di Unicredit ha comprato le azioni dagli investitori che non sono riusciti a venderle nella recente offerta di buyout della società di telecomunicazioni.

Il portavoce della banca, Petr Plocek, ha reso noto che Unicredit Repubblica Ceca e Slovacchia ha acquistato azioni pari a 17,48 milioni da quegli azionisti di O2 i cui titoli non erano stati accettati nel corso del rimborso obbligatorio. Tuttavia, Plocek non ha spiegato il motivo per cui Unicredit ha deciso di acquistare le azioni, né cosa abbia in programma di fare con la propria quota.

Come dicevamo, con questa acquisizione, la controllata ceca di Unicredit, diventa il secondo azionista del gestore di telefonia fissa e mobile; il maggiore socio è PPF Group che fa capo al miliardario Petr Kellner, la cui quota in O2 è pari al 73,1 per cento. Oltre a Unicredi, è rimasta azionista anche la spagnola Telefonica al 4,9%, con un accordo quadriennale come partner industriale e commerciale.

L’operatore ceco ha registrato un calo dell’utile netto e dei ricavi nel secondo trimestre dell’anno a causa della maggiore concorrenza sul mercato locale dei servizi di telefonia mobile; in particolare, l’utile netto è sceso del 9,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedendo; i costi operativi sono diminuiti dell’8,4 per cento mentre i ricavi sono scesi dell’8,1%.

Questa operazione di mercato di Unicredi segue l’altra importante mossa avvenuta all’inizio di agosto quando il gruppo ha ceduto la propria quota del titolo A.S. Roma al presidente James Pallotta.

chiusura
variazione
()
APERTURA
MASSIMO
MINIMO
AGGIORN.
01/01/70 00:00

+

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC
Strumenti Intregrati
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

X
Inizia a fare trade con Avatrade X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.