Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 18-12-2013 5:48

Mini-IMU slitta al 24 gennaio 2013

L’IMU resta un cantiere ancora aperto. I ribaltoni su tempistiche e pagamenti si susseguono ormai con cadenza quasi giornaliera. Il 16 dicembre è scaduta la seconda rata IMU, dopo che il governo guidato da Enrico Letta è riuscito a trovare la copertura necessaria per procedere con l’abolizione della tassa sulla prima casa. Per i proprietari di seconde case e negozi si è trattato di una nuova stangata. In media è stato stimato un esborso di circa 395 euro. Secondo quanto calcolato dall’ufficio territoriale Uil di Torino, per una seconda casa a Roma si pagherà complessivamente 1.885 euro.

Se si considera esclusivamente il saldo di dicembre, l’esborso previsto è in media di 942 euro. A Milano l’IMU sulla seconda casa peserà mediamente 1.793 euro, con un conguaglio a dicembre pari a 897 euro. A Torino, invece, l’esborso medio complessivo si aggirerà intorno a 986 euro, con un saldo di 493 euro. Bisogna poi ricordare che alla cassa si sono recati per pagare la seconda rata IMU anche i proprietari di case di lusso e di pregio.

Lunedì c’è stata poi un’altra scadenza, ovvero quella delle seconde e terze pertinenze. Si tratta di cantine, soffitte, box auto e terrazze coperte (chiamate anche “tettoie”). Capitolo mini-IMU. La scadenza iniziale era prevista per il 16 gennaio 2014, ma ora è arrivato un nuovo slittamento al 24 gennaio 2014. La mini-IMU riguarderà le prime case.

Attraverso questa imposta lo Stato intende restituire ai Comuni il mancato introito dovuto all’abolizione dell’IMU sulla prima casa, facendo i conti sull’aliquota standard. I contribuenti dovranno pagare la differenza tra l’aliquota base e quella aumentata dai Comuni. In media si parla di un esborso di circa 50 euro, anche se il governo sembra intenzionato ad abolirla attraverso la cancellazione del versamento oppure trasformandolo in credito sulla Tasi, ovvero una parte della service tax che sarà applicata sulle case a partire dal prossimo anno.


Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 50 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Valoreazioni.com