Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 19-02-2013 11:15

Mutui erogazioni crollano del 48% nel penultimo trimestre 2012

Il 2012 sarà ricordato come l’annus horribilis per il settore dei mutui, che ha visto le erogazioni crollare su livelli che non si vedevano ormai da moltissimo tempo. La crisi economico-finanziaria dell’Italia ha bloccato il settore dei prestiti alle famiglie e alle imprese, in quanto le banche e le società finanziarie hanno dovuto chiudere i rubinetti del credito per evitare di inserire in bilancio nuovi crediti di difficile riscossione visto che le sofferenze bancarie sono già in costante aumento da molti mesi.

Secondo quanto diffuso dall’ufficio studi di Tecnocasa, nel penultimo trimestre del 2012 le erogazioni di mutui sono scese del 48,12% a 5.376,86 milioni di euro. In realtà, oltre alla minore inclinazione delle banche a concedere prestiti alle famiglie per l’acquisto dell’abitazione, si riscontra anche una battuta d’arresto nelle richieste da parte delle famiglie stesse, messe in ginocchio dal crollo del potere d’acquisto dovuto al calo dei redditi e al deciso aumento delle tasse.

Rispetto all’andamento del terzo trimestre del 2011, le erogazioni di mutui hanno registrato una flessione del controvalore di quasi 5 miliardi di euro. Il trend discendente del settore dei mutui è stato così confermato anche nel penultimo quarter dello scorso anno ed è ormai in atto da ben cinque trimestri consecutivi.

Secondo gli esperti di Tecnocasa, i volumi sono molto influenzati dalla domanda di credito, che si è ormai praticamente dimezzata nel giro di dodici mesi. Inoltre, Tecnocasa sottolinea che il crollo della domanda di mutui è dovuto anche al calo della fiducia dei consumatori e da una maggiore attenzione al rischio di credito da parte degli istituti che concedono i finanziamenti.


Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Valoreazioni.com