Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 27-01-2015 12:19

Enel approvata l’emissione di un bond fino a 1 miliardo di euro

Il consiglio di amministrazione di Enel ha dato via libera all’emissione di un bond fino a un miliardo di euro. La notizia è stata data ieri, dopo la chiusura di Piazza Affari. Il CdA del gruppo energetico, dunque, ha autorizzato l’emissione di uno o più prestiti obbligazionari entro la fine dell’anno.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Le obbligazioni, del valore di massimo un miliardo di euro, serviranno a eventuali offerte di scambio con prestiti obbligazionari già emessi dal gruppo nell’ambito del Global Medium Term Notes Programme, con lo scopo di ottimizzare la struttura patrimoniale e finanziaria della società e di cogliere eventuali opportunità sui mercati finanziari internazionali.

Il consiglio di amministrazione di Enel, inoltre, incaricato l’amministratore delegato di dare attuazione alle eventuali offerte di scambio e alle connesse emissioni di nuovi prestiti obbligazionari, definendo le caratteristiche e le condizioni, nonché le relative modalità di collocamento e l’eventuale mercato di quotazione.

Inoltre, il CdA ha anche preso atto delle dimissioni presentate la scorsa settimana da Luigi Ferraris che si è sollevato dall’incarico di responsabile dell’area America Latina, e della nomina da parte dell’amministratore delegato Starace di Luca D’Agnese che, appunto, prenderà il posto di Ferraris, e di quella di Roberto Deambrogio come responsabile per l’Europa dell’Est.

Ancora, è stato comunicato il provvedimento cautelare con il quale il Tribunale di Roma ha accolto la richiesta di inibitoria formulata da Enel dell’uso dei marchi “Punto Enel  Green Power” ed “Enel .si” e della denominazione “affiliato Enel .si” da parte del Gruppo Green Power che, da oggi, non potrà più usarlo. Tale provvedimento si inserisce nell’ambito del contenzioso tra le due parti a causa di un contratto di franchising siglato nell’aprile 2013.

Dopo gli annunci di ieri, gli analisti di Mediobanca Securities hanno confermato sul titolo Enel il rating “neutral” e il target price di 4,20 euro.

chiusura
5.385
variazione
0.06(+1.127%)
APERTURA
5.345
MASSIMO
5.405
MINIMO
5.335
AGGIORN.
01/11/17 17:40
TIPO:
PERIODO:


Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • 100% Azioni – 0 Commissioni
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC / MiFID II
  • A.C. Milan PARTNER
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
101Investing
  • Licenza: CySEC
  • Gran numero di valute e criptovalute
  • Deposito min: 100 €
Gran numero di valute e criptovalute Prova Gratis 101Investing opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trading da mobile in sicurezza? Prova l'app AVATRADE GO con un conto demo gratuito.

Scarica
X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

sponsored

Investi con fiducia sulla piattaforma leader mondiale di  trading >>

Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP.

Unisciti alla rivoluzione del social trading di AvaTrade >>

Copia automaticamente gli investimenti dei trader piu’ esperti con  DupliTrade.

Ricevi $100.000 per fare pratica e migliorare le tue capacità di trading