Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 03-03-2014 11:22 Aggiornato il: 02-05-2016 13:09

Differenza tra acconto e caparra

Sia l’acconto che la caparra rappresentano un anticipo della somma di denaro pattuita per l’acquisto di un determinato bene, consegnato al venditore prima di ricevere il bene stesso. Esistono però delle differenze sostanziali tra le due fattispecie, soprattutto dal punto di vista della tutela in caso di inadempimento di una delle due parti.

✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26 — Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝carta MASTERCARD, per accreditare lo stipendio o fare bonifici in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>
✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝carta MASTERCARD, per accreditare lo stipendio o fare bonifici in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>

Iniziamo dall’acconto. In questo caso la somma data a titolo di acconto dovrà essere restituita nel caso in cui il contratto, o più semplicemente l’accordo di vendita, non verrà concluso. Questo a prescindere dalle cause che determinano l’impedimento e indipendentemente dalla responsabilità delle parti. Eventualmente, qualora la mancata conclusione dell’accordo sia legata alla colpa di una delle parti, l’altra parte potrà agire in sede legale per ottenere il risarcimento dei danni, ma in ogni caso non potrà mai trattenere l’acconto.

Nel caso della caparra confirmatoria, invece, questa al contrario dell’acconto ha la funzione di risarcimento. Il Codice Civile, infatti, stabilisce che in caso di mancata conclusione del contratto, qualora ciò sia riconducibile ad un inadempimento dell’acquirente, colui che vende ha il diritto di trattenere la somma versata a titolo di caparra. Al contrario, in caso di mancata conclusione del contratto per inadempimento del venditore, quest’ultimo è obbligato a restituire all’acquirente il doppio della caparra versata.

Perché l’acquirente o il venditore possano, rispettivamente, pretendere il doppio della caparra versata o trattanere la caparra già ricevuta, occorre che la somma versata sia esplicitamente chiamata caparra confirmatoria all’interno del contratto. Nel caso in cui venga usato un termine diverso la somma versata viene considerata un semplice acconto.


Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

BrokerCaratteristicheVantaggiConto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
Investous
  • Segnali di trading
  • Conto demo da 100.000€ virtuali
Segnali di trading e conto demo da 100.000€ virtuali Prova Gratis Investous opinioni
ETFinance
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova Gratis ETFinance opinioni
IG
  • Licenze: CONSOB, BaFin
  • Conto CFD, Barrier&Options, Turbo24
  • No deposito minimo
Con IG puoi fare trading sui primi certificati turbo al mondo H24 Prova Gratis IG opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

Scopri la semplicità della piattaforma
WEBTRADER di Investous!

 

Inizia a fare trading con un conto demo gratuito da 100.000$

Ora puoi fare trading sui CFD e nel forex con spread competitivi una leva fino a 1:400*