Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 15-05-2015 12:35 Aggiornato il: 01-05-2016 22:34

Nomura promuove le trimestrali 2015 delle banche italiane

Nomura promuove le banche italiane. La holding finanziaria giapponese ha riconosciuto la crescita della maggior parte delle banche dell’Europa meridionale, Italia compresa. Nel Bel Paese, infatti, ad eccezione di Ubi Banca, tutti gli istituti hanno registrato una crescita dei prestiti nel corso del primo trimestre 2015.

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € ✅ Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

Questi dati confermano le previsioni degli analisti di Nomura, che stimano una crescita dei prestiti in Italia nel corso di quest’anno; segno, come scrivono gli esperti della finanziaria giapponese nel report in questione, che le condizioni economiche dell’Italia si stanno risollevando e che le previsioni di crescita dei prestiti possono migliorare ancora.

I minori rendimenti e l’effetto del calendario hanno fatto sì che le banche italiane abbiano registrato, nel corso di questo primo trimestre del 2015, un margine di interesse più basso, ad eccezione di Mediobanca; tuttavia, tale dato, è stato compensato dagli importanti ricavi dovuti all’aumento del risparmio gestito e ai guadagni provenienti dal trading.

A fronte di questi risultati, gli esperti di Nomura hanno aggiornato le stime sugli istituti italiani; per quanto riguarda le banche popolari, i rating e i target price sono rimasti costanti, anche se cambiano, almeno in alcuni casi, le stime dell’utile per azione. La holding finanziaria continua, inoltre, a consigliare l’acquisto di Ubi Banca con un prezzo obiettivo di 7,20 euro.

Variano, invece, i giudizi nei confronti delle altre banche; ad esempio, gli esperti hanno ritoccato al rialzo il target price di Mediobanca, che passa da 7,5 a 8 euro, grazie al miglioramento dei margini e dei volumi evidenzianti nel corso del primo trimestre (si veda: Mediolanum bilancio primo trimestre 2015); confermato, invece, il rating “neutral”.

Aumentato anche il prezzo obiettivo di Intesa SanPaolo, che passa da 2,50 a 2,60 euro (invariato il giudizio “neutral”), mentre rimangono invariate le stime per Unicredit.


Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC
Strumenti Intregrati
3
BDSwiss
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC - BaFin- NFA - FSC - FSA
Oltre 250 coppie Forex e CFD su azioni, indici, energie e metalli
MetaTrader 4 e 5
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
8
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.