Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 07-09-2014 12:47 Aggiornato il: 01-05-2016 18:32

Il report di Citigroup sulle banche italiane

La banca d’affari americana Citigroup ha diffuso nei giorni scorsi un report dedicato al comparto bancario europeo all’indomani della decisione della Banca Centrale Europea di abbassare i tassi. Nel report ci sono anche le banche italiane, il cui rating è in aumento.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

La banca d’affari Citigroup, dopo la decisione della Banca Centrale Europea di abbassare i tassi e di muoversi sul mercato obbligazionario, ha stilato un report dedicato al comparto bancario europeo; non mancano, naturalmente, i giudizi sul settore bancario italiano,
Gli analisti della banca d’affari americana hanno deciso di alzare ad “overweight” (sovrappesare) il loro rating sugli istituti di credito italiani, diventati alquanto appetibili dopo i cali delle scorse settimane anche in seguito alle ricapitalizzazione che hanno interessato molte banche del Bel Paese.

Adesso, però, ci sono dei fattori che rendono il comparto bancario molto interessante come i restringimento degli spread dei titoli di stato italiani, le attese sui test europei non più tanto preoccupanti e anche un recupero della redditività degli istituti.

Secondo gli analisti di Citigroup, le banche italiane da acquistare, e quindi con rating “buy” sono  quattro: Unicredit, Mediobanca, Ubi Banca e Intesa SanPaolo.

In realtà, sui primi tre istituti la raccomandazione è stata confermata, mentre Intesa SanPaolo viene “promossa”: dal precedente rating “neutrale” si passa all’attuale “buy” con un target price a 2,7 euro rispetto al vecchio 2,5 euro. I broker di Citigroup hanno motivato la promozione di Intesa SanPaolo con la solidità patrimoniale del gruppo, ma anche con il potenziale dello stesso per un elevato ritorno del capitale.

Gli esperti, invece, hanno mantenuti invariati i target price di Unicredit, Mediobanca e Ubi Banca, rispettivamente a 7,3, 8 e 7,3 euro.

Insomma: promozione per il comparto bancario italiano, anche considerando che gli istituti di credito i made in Italy hanno un Rote tra i più bassi d’Europa e sotto il livello storico; gli analisti di Citigroup si aspettano che migliori all’8% nel 2017 grazie alla riduzione dei costi di finanziamento e alla normalizzazione dei costi di credito.

+

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
200$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTrade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Broker con più regolamentazioni
Copy trading
Segnali di Trading
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 67-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.