Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 13-12-2012 9:34 Aggiornato il: 13-12-2012 9:39

Italcementi annuncia piano di riduzione dei costi

A fronte del drastico calo del consumo di cemento in Italia, che ha raggiunto livelli registrati l’ultima volta alla fine degli anni sessanta con un conseguente eccesso di capacità produttiva sul mercato domestico, Italcementi ha deciso di attuare una riorganizzazione della propria attività e un piano di riduzione dei costi che dovrebbero consentire un contenimento delle spese quantificato in 40 milioni di euro all’anno.

Per quanto riguarda la riorganizzazione, l’obiettivo è quello di attuare nel biennio 2013-2014 un rafforzamento dell’attività mediante una maggiore flessibilità del sistema produttivo e commerciale, in modo tale da razionalizzare l’apparato industriale e distributivo sul territorio italiano e da intervenire al contempo sulle strutture centrali del gruppo e sulla rete commerciale.

Nell’ambito del piano di riduzione dei costi è invece previsto un ammodernamento della cementeria di Rezzato, che secondo le prime stime dovrebbe consentire un abbattimento della spesa legata alla produzione del 23% circa, oltre che una notevole riduzione delle emissioni.

Sempre al fine di attuare una riduzione dei costi è inoltre previsto un taglio dei posti di lavoro. In particolare, il piano prevede il ricorso alla cassa integrazione straordinaria per un massimo di 665 dipendenti su un totale di 2500 occupati. Al termine del periodo di cassa integrazione, nel caso in cui non dovessero esserci miglioramenti del quadro congiunturale, circa la metà delle sospensioni temporanee diverranno definitive, anche con il ricorso alla mobilità.

La riorganizzazione dell’attività e il piano di riduzione dei costi, tuttavia, non incideranno sugli investimenti del gruppo. Il direttore generale Giovanni Ferrario ha infatti dichiarato che la società intende investire risorse superiori rispetto a quelle impiegate nel biennio precedente.

chiusura
variazione
()
APERTURA
MASSIMO
MINIMO
AGGIORN.
01/01/70 00:00
+

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC
Strumenti Intregrati
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close

X
Inizia a fare trade con Avatrade X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.