Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 01-02-2015 10:15 Aggiornato il: 31-01-2015 12:53

Italian Wine Brands debutta su Aim Italia

Il primo debutto del 2015 sull’Aim Italia è quello di Italian Wine Brands, gruppo attivo nella produzione e distribuzione di vini. In questo modo il numero delle società quotate all’Aim Italia, il mercato alternativo del capitale di Borsa Italiana, sale a 58.

Italian Wine Brands è un gruppo nato dall’unione di Giordano Vini e Provinco Italia promosso dal veicolo d’investimento Ipo Challenger. La società ha debuttato all’Aim Italia giovedì 29 gennaio ed è anche il primo gruppo vinicolo quotato in Borsa Italiana.

Al momento dell’ammissione su Aim Italia, il flottante di Italian Wine Brands è del 61,2% e Ubi Banca è Nominated Advise dell’operazione.

Italian Wine Brands è arrivata a Piazza Affari in seguito a un’operazione strutturata dai soci promotori di Ipo Challanger spa, veicolo di investimento considerato un’evoluzione della Spac, special purpose acquisition company, che nella primavera scorsa aveva raccolto 52 milioni di euro collocando un’obbligazione convertibile.

Il presidente Mario Resca, ex numero uno di McDonald’s in Italia, ha espresso gli obiettivi ambiziosi del gruppo: 500 milioni di fatturato contro gli attuali 140; per la propria crescita, la società ha previsto acquisizioni sia con pagamento in contati, sia con carta contro carta per scambio di azioni. Ibw, inoltre, prevede di passare al Mta e, possibilmente, al segmento Star.

La produzione del gruppo ammonta a 44 milioni di bottiglie l’anno, con una quota di export pari al 70% circa. Le due società che hanno dato vita a Ibw sono Provinco, focalizzato sulla grande distribuzione e Giordano, più rivolto al consumatore.

Prima dell’inizio delle contrattazioni, la responsabile dei mercati dedicati alle Piccole e Medie Imprese di Borsa Italiana, Barbara Lunghi, ha espresso la propria soddisfazione per il debutto nei mercati quotati di Italian Wine Brands, soprattutto considerando il fatto che il 2015 sarà l’anno dell’Expo, nel quale il settore Food & Beverage sarà il protagonista.


Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Valoreazioni.com