Valoreazioni
Pubblicato da: Simone Ricci - il: 01-09-2015 12:07 Aggiornato il: 23-02-2016 7:05

Molto debole il titolo Azimut, nonostante l’ottimismo degli analisti

L’attuale momento del risparmio gestito non è dei più brillanti, soprattutto se si guarda ai relativi titoli. I primi sei mesi di questo 2015 non sono poi andati così male, ma poi hanno cominciato a pesare alcuni fattori determinanti. Lo scorso mese di luglio, ad esempio, la Commissione Nazionale di Società e Borsa (CONSOB) ha reso pubblico il proprio richiamo sulle commissioni, senza dimenticare i timori che la situazione economica della Cina sta esercitando sul comparto.

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central!  Provo adesso >>

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central! Provo adesso >>

Uno dei titoli azionari su cui si è concentrata l’attenzione degli analisti è quello di Azimut, nota società di gestione del risparmio. Secondo l’ICBPI, bisogna tenere in alta considerazione quella che è l’attuale tendenza dei mercati finanziari: il terzo trimestre dell’anno (il periodo compreso tra i mesi di luglio e settembre) dovrebbe essere piuttosto debole per la sgr e le altre società del settore, in particolare dal punto di vista delle commissioni di performance dei vari fondi.

Ecco perché l’azione si sta comportando in maniera negativa e non ci sono miglioramenti di sorta all’orizzonte. Proprio questa mattina il titolo ha raggiunto quota 19,19 euro, con un ribasso complessivo pari a 2,4 punti percentuali. In pratica sono molto vicini i livelli minimi del 2015 (poco più di 17 euro per la precisione) e i massimi dei mesi primaverili (non molto lontani da oggi dunque) sono lontanissimi, visto che furono sfiorati i 29 euro.

Che cosa si può prevedere per i prossimi mesi? Gli stessi analisti hanno messo in luce queste performance a dir poco opache di Azimut, ma si sono comunque detti ottimisti per il futuro. La posizione di ICBPI è costruttiva per quel che riguarda il lungo termine, tenuto conto soprattutto delle attese per la creazione di valore che la società può ancora registrare. Il prezzo obiettivo è pari a 30,5 euro, mentre il giudizio “buy” si avvale di un potenziale upside con prezzi superiori agli 11 euro.

chiusura
17.16
variazione
0.2(+1.18%)
APERTURA
17.06
MASSIMO
17.18
MINIMO
17
AGGIORN.
01/11/17 17:35
TIPO:
PERIODO:
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IG Markets Deposito: 0€
Licenza: FCA / CONSOB
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IQ Option Deposito: 10 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

ASPETTA!

Oggi 57 nuovi studenti hanno scaricato gratuitamente la guida al trading online di 24option!

VUOI SCARICARE ANCHE TU L'EBOOK GRATIS?