Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 04-07-2015 11:41 Aggiornato il: 22-10-2018 15:08

Piazza Affari negativa sulla scia della situazione in Grecia

La situazione economica e politica della Grecia è al centro dell’andamento delle principali Borse europee e, naturalmente, anche di Piazza Affari. Il governo di Atene ha deciso la chiusura delle banche del Paese in attesa del referendum che si terrà domenica 5 luglio; oltre che della situazione in Grecia, la Borsa Italiana ha risentito anche assenza di indicazioni dagli Stati Uniti, a causa della chiusura di Wall Street.

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Il Ftse Mib ha terminato l’ultima seduta della settimana in ribasso dello 0,48% a 22.508 punti (sull’intera settimana il calo è stato del 5,43%); il Ftse Italia All Share ha perso lo 0,49% a 24.024 punti, il Ftse Italia Mid Cap lo 0,54% così come il Ftse Italia Star. Nella seduta di ieri il controvalore degli scambi è sceso a 2,16 miliardi di euro. L’euro è rimasto a 1,11 dollari mentre l’oro è tornato a 1.170 dollari.

L’ultima seduta della settimana è stata negativa per i titoli del settore bancario; perdono terreno Banca Carige, -0,36% a 1,669 euro, Banca Monte dei Paschi di Siena, -0,63% a 1,738 euro, Unicredit, -0,98% a 6,05 euro, Intesa SanPaolo,-0,43% a 3,244 euro. Performance particolarmente negative per Credem, che ha chiuso a -1,07% a 7,41 euro e per la Popolare di Sondrio a -2,44% a 4,322 euro.

Male anche i titoli del settore petrolifero, dopo che a New York il prezzo del greggio è sceso sotto ai 56 dollari al barile. Chiusura negativa anche per Fiat Chrysler Automobiles che, nonostante i buoni numeri delle immatricolazioni di giugno (si veda: Immatricolazioni auto Fca giugno 2015) ha chiuso a -8,70, e per Salvatore Ferragamo che ha terminato la settimana a -8,69%.

Tra i titoli che, invece, hanno chiuso con il segno più ci sono Mediaset, che ha guadagno lo 0,54% a 4,496 euro grazie all’accordo commerciale con Telecom Italia che verrà stipulato a breve e World Duty Free a +0,10%.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IG Markets Deposito: 0€
Licenza: FCA / CONSOB
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IQ Option Deposito: 10 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

ASPETTA!

Oggi 57 nuovi studenti hanno scaricato gratuitamente la guida al trading online di 24option!

VUOI SCARICARE ANCHE TU L'EBOOK GRATIS?