Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 03-05-2014 9:42 Aggiornato il: 02-05-2014 12:06

Quotazione in Borsa Rottapharm

Rottapharm, gruppo italiano attivo nel settore farmaceutico controllato dalla famiglia Rovati, nei giorni scorsi ha presentato domanda di amissione alle quotazioni sul listino della Borsa di Milano, in particolare sull’MTA (Mercato Telematico Azionario), in cui ricordiamo confluiscono in particolar modo le imprese a grande e media capitalizzazione.

A comunicarlo è stata la stessa azienda farmaceutica attraverso apposito comunicato stampa, in cui ha precisato anche di aver richiesto alla Consob l’approvazione del prospetto informativo inerente la relativa offerta pubblica di vendita delle azioni.

Nell’ambito di tale operazione svolgono il ruolo di coordinatori dell’offerta Deutsche Bank, Goldman Sachs International e JP Morgan, che agiranno anche come joint bookrunners insieme a Jefferies, Morgan Stanley e Banca Imi. Quest’ultima sarà inoltre responsabile del collocamento per l’offerta pubblica ed agirà anche come sponsor. Gli aspetti legali sono affidati a Shearman & Sterling per Rottapharm e a Latham & Watkins per le banche che partecipano all’offerta, mentre gli aspetti fiscali per Rottapharm sono curati dallo Studio Tremonti Vitali Romagnoli Piccardi e Associati.

Secondo alcune indiscrezioni non confermate, inoltre, il flottante azionario dovrebbe essere abbastanza elevato: attraverso l’operazione di quotazione in Borsa, infatti, Rottapharm punterebbe a portare a Piazza Affari il 40% del capitale, per una capitalizzazione complessiva compresa tra 1,9 e 2,2 miliardi di euro. Tale valorizzazione, considerando un  Ebitda stimato per il 2013 intorno a 160 milioni di euro, implica multipli di 11,9-13,7 volte. Inoltre, ipotizzando un debito netto pari a 247 milioni di euro, l’enterprise value ammonterebbe a circa 2,15-2,45 miliardi.

Infine, riguardo alle tempistiche, secondo le indiscrezioni l’Ipo finalizzata allo sbarco in Borsa dovrebbe avere luogo tra la fine di giugno e la prima metà di luglio.

 

 


Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Valoreazioni.com