Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 20-02-2014 9:07

Sospesa ritenuta su bonifici esteri

La ritenuta sui bonifici esteri da febbraio 2014 nella misura del 20% dell’importo introdotta dal Dl n. 167/90, modificato dalla Legge 97/2013, è stata sospesa. A prevederlo è un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, emanato su richiesta del Ministro dell’Economia e ripreso in una nota emessa dal Tesoro, con la quale si informa appunto che tale provvedimento va a sospendere l’operatività della ritenuta che sarebbe dovuta essere applicata direttamente dagli intermediari finanziari sui bonifici esteri effettuati a favore di persone fisiche, al fine di tassare i redditi derivanti da investimenti esteri e dalle attività estere di natura finanziaria. Nel caso in cui l’intermediario abbia già provveduto a trattenere le somme dovrà riaccreditarle sul conto corrente del suo cliente.

Nella nota emessa dal Tesoro vengono inoltre spiegati i motivi che hanno spinto a revocare l’applicazione della norma che prevedeva la suddetta ritenuta. In particolare, secondo quanto si legge nel documento, l’evoluzione del contesto internazionale in materia di contrasto all’evasione fiscale, sopratutto attraverso la creazione di un modello di accordo intergovernativo (IGA) per lo scambio di informazioni tra gli Usa e gli altri Paesi, porta a considerare ormai superata la disposizione che ha introdotto la predetta ritenuta, considerando che le informazioni sui redditi di fonte estera di pertinenza di residenti italiani saranno disponibili attraverso il canale dello scambio automatico multilaterale di informazioni.

La norma sospesa, ricordiamo, prevedeva l’applicazione automatica di una ritenuta del 20% ad opera degli intermediari su tutti i bonifici esteri effettuati a favore di persone fisiche, a meno che lo stesso soggetto interessato non avesse presentato una dichiarazione da cui si evinceva che tali bonifici non costituivano redditi derivanti da investimenti esteri e dalle attività estere di natura finanziaria. In tal caso, a seguito dell’applicazione della ritenuta, al soggetto era concesso un anno di tempo per chiedere il rimborso delle somme trattenute.


Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200$
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250$
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Dukascopy Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Valoreazioni.com