Valoreazioni
Pubblicato da: Redazione - il: 05-04-2013 14:48

Telecom Italia conferma contatti per integrazione con 3 Italia

Telecom Italia ha confermato di aver avuto dei contatti preliminari con Hutchison Whampoa per valutare l’integrazione con 3 Italia e ha comunicato che l’argomento verrà trattato nel corso della riunione del Consiglio di amministrazione in programma per il prossimo 11 aprile.

⭐ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito per praticare la tua strategia di trading ☎ Supporto vincente, trading in sicurezza e app AvatradeGo per il tuo smartphone. – Prova Demo >>

⭐ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito per praticare la tua strategia di trading ☎ Supporto vincente, trading in sicurezza e app AvatradeGo per il tuo smartphone. – Prova Demo >>

La conferma è arrivata nel primo pomeriggio attraverso una nota diffusa dalla compagnia telefonica italiana su richiesta della Consob, dopo il forte rialzo registrato ieri dal titolo sulla scia delle indiscrezioni di stampa. Telecom Italia ha comunque precisato che si tratta di contatti ancora allo stato embrionale, pertanto risulta ad oggi impossibile commentare ulteriormente la notizia.

La maggior parte degli analisti rimane comunque del parere che il forte rialzo messo a segno ieri dal titolo sia stato solo un rimbalzo tecnico dopo le forti perdite registrate nel corso delle ultime settimane, anche in considerazione delle difficoltà di realizzazione dell’integrazione. Figurano tra questi gli esperti di Ubs, che hanno definito non interessanti le indicazioni implicite contenute nelle indicazioni di stampa sulla valorizzazione del gruppo telefonico e continuano ad essere scettici sulla fattibilità dell’operazione, pertanto hanno confermato rating “sell” sul titolo. Di analogo parere gli analisti di Cheuvreux, che hanno confermato rating “underperform” e dichiarato che a loro avviso l’operazione non sarebbe positiva in virtù della forte diluizione degli azionisti.

Gli analisti di Banca Akros ritengono che l’operazione avrebbe un payoff potenzialmente ampio, tuttavia ci sono scarse possibilità che vada in porto, soprattutto per problemi legati all’antitrust. Decisamente positivo è invece l’approccio di Deutsche Bank, secondo cui l’integrazione avrebbe senso considerata la logica industriale e finanziaria, pertanto è stato confermato rating “buy” sul titolo.

chiusura
0.7515
variazione
0.0065(+0.8725%)
APERTURA
0.748
MASSIMO
0.7565
MINIMO
0.7435
AGGIORN.
01/11/17 17:39
TIPO:
PERIODO:

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

BrokerCaratteristicheVantaggiConto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
IG
  • Licenze: CONSOB, BaFin
  • Conto CFD, Barrier&Options, Turbo24
  • No deposito minimo
Con IG puoi fare trading sui primi certificati turbo al mondo H24 Prova Gratis IG opinioni
ETFinance
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova Gratis ETFinance opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

Apri un conto demo gratuito con AvaTrade ✅ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente.

 

Approfitta dei nostri Expert Advisor e delle piattaforme di copy trading, oltre al trading sulle criptovalute 24/7. Con licenze di regolamentazione in 6 giurisdizioni, garantiamo un’esperienza di trading senza difficoltà.

 

AvaTrade è orgoglioso di essere partner globale del Manchester City, campioni della premier league 2018/19