Valoreazioni
Pubblicato da: Investitore - il: 22-10-2020 18:21 Aggiornato il: 22-10-2020 18:22

Teoria dell’Onda di Elliott: come sfruttarla nel trading online

In questo post affronterò un argomento che interessa soprattutto i traders che hanno alle spalle una certa esperienza: l’utilizzo della teoria dell’Onda di Elliott per fare trading. Il tema è molto delicato e, come hanno anche messo in evidenza numerosi studi a riguardo, per riuscire ad utilizzare la teoria delle Onde di Elliott per operare servono anni e anni di esercizio.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Un’argomento, quindi, da evitare poichè ostico. Assolutamente no perchè, sempre studio specializzati, riconoscono che effettivamente l’implementazione di questa teoria al trading operativo, è molto utile per accrescere le proprie possibilità di successo. Per farla breve se punti a diventare un trader esperto, dovrai per forza sapere come funziona la teoria delle Onde di Elliott.

Se invece sei un trader alle prime armi, è preferibile prima consolidare le tue basi e solo dopo passare ad argomenti più ostici come quello trattato in questo post. Per perfezionare la tua preparazione ti consiglio di leggere la nostra guida pratica su come fare trading online da zero e di metterti alla prova operativamente aprendo un conto demo con una delle migliori piattaforme Forex e CFD.

Su Valore Azioni consiglio spesso eToro (leggi qui la recensione completa) poichè questo broker non solo è sicuro e affidabile ma ti permette anche di copiare dai traders più bravi grazie al Copy Trading. Provalo quindi in modalità demo seguendo il link in basso.

Apri un conto demo su eToro qui!

Una volta imparate le basi del trading online puoi scoprire i tanti vantaggi della teoria delle onde di Elliott.

Teoria delle Onde di Elliott cosa è

La teoria delle onde di Elliott è uno di quegli argomenti di cui si parla tanto ma senza sapere cosa significa. Che cosa è questa teoria? Per rispondere a questa domanda è necessario fare un bel salto indietro nella storia e arrivare fino al 1938, anno in cui l’economista americano Ralph Elliott pubblicava il libro The Wave Principle.

L’opera, destinata poi ad essere il fondamento della teoria delle Onde, ebbe una genesi molto particolare. In pratica si dice che Elliott, malato, si fosse messo in testa di analizzare grafici sull’andamento di prezzi in intervallo temporali diversi (dall’intraday a quelli annuali) per cercare di capire se fosse possibile trovare una qualche correlazione tra i vari pattern. Quello che fece l’economista americano Elliott circa 90 anni fa era capire se i vari indicatori grafici fossero tra loro slegati o se invece esistenza una qualche dipendenza.

Il lavoro di Elliott fu lunghissimo (e non poteva essere diversamente) e tutto basato sulla sperimentazione e l’analisi dei dati. Giusto per avere un’idea della mole che Elliott si caricò addosso, è sufficiente considerare questo dato: in 4 anni di verifiche, l’economista esaminò una serie di grafici che coprivano ben 75 anni di borsa. Un vero e proprio record!

Quale è stata la conclusione al termine di questo lungo lavoro di verifica dei dati storici? A rivelare le conclusioni a cui era giunto fu lo stesso Elliott che, sul finire degli anni Trenta, affermò che se anche l’attività di mercato sembra essere casuale e frammentaria, in realtà essa segue modelli prevedibili che possono essere anche misurati attraverso l’utilizzo della serie di Fibonacci.

Questo principio, nella sua semplicità, è validissimo anche oggi ed è alla base, tra gli altri, anche del CFD Trading. Come in più di una circostanza ho ripetuto su Valore Azioni, fare trading non è un gioco e i movimenti dei prezzi non sono dovuti al caso ma sono invece prevedibili integrando l’analisi fondamentale con l’analisi tecnica.

Senza scomodare i più grandi investitori, anche tu puoi imparare a fare CFD Trading utilizzando questi strumenti grazie al conto demo che broker autorizzati come ad esempio Plus500 (qui le opinioni e la recensione) ti mettono a disposizione.

Apri un conto demo su Plus500 qui!

Teoria delle Onde di Elliott come funziona

La teoria delle Onde di Elliott (o dell’onda di Elliott) non riguarda in modo diretto il trading attraverso i CFD ma trova applicazione anche in questo settore. Un trader che punta a diventare esperto, quindi, è praticamente obbligato a sapere come funziona questa teoria così importante.

Due i principi individuati da Elliott che fanno poi da base alla sua teoria:

  • le tendenze dei prezzi finanziari scaturiscono dalla psicologia degli investitori
  • eventuali oscillazioni della psicologia di massa si manifestano ripetendosi sempre negli stessi pattern.

Partendo da questi due principi, Elliott riuscì a capire che i prezzi si muovono sempre seguendo onde d’impulso e onde correttive laddove con onde si indicano i movimenti di prezzi che si ripetono uno appresso all’altro, proprio come avviene in un onda del mare.

Teoria dell’Onda di Elliott: onde di impulso

Le onde di impulso sono formate da 5 onde diverse: 3 si muovono in direzione rialzista mentre 2 sono fasi di correzione. Nel mare del mercato si avrà quindi una serie di questo tipo: onda che si muove verso trend rialzista – onda di correzione – nuova onda rialzista – seconda correzione – terza onda nella direzione del trend rialzista. Le 5 onde di impulso vengono indicate nella teoria di Elliott con i numeri: 1,2,3,4 e 5.

Le 5 onde che compongono la corrente di impulso seguono regole precise che Elliott ha appurato grazie al suo metodo sperimentale:

  1. La terza onda è spesso la più ampia della sequenza. 
  2. Le onde 1 o 5 non saranno mai più ampie dell’onda numero 3
  3. Se l’onda numero 3 è l’onda impulsiva più ampia, l’onda 5 avrà un’ampiezza che sarà quasi uguale a quella dell’onda 1
  4. Il massimo raggiunto dall’onda 3 sarà maggiore di quello toccato dall’onda 1 e nel caso in cui non lo fosse sarà necessario riprendere il calcolo dell’onda.
  5. Le onde che compongono la serie di impulso, per essere tali dovranno progredire.

Teoria dell’Onda di Elliott: onde di correzione

La seconda tipologia di onde di Elliott è rappresentata da quelle correttive che sono formate da 3 onde. La serie che viene seguita è la seguente: un impulso verso il basso, una correzione al rialzo e, per finire, un secondo impulso verso il basso.

Le onde di correzione nella Teoria di Elliott sono indicate come A, B e C. Regola vuole che le onde correttive A,B e C finiscano nell’area del minimo dell’onda 4 precedente.

Teoria delle onde di Elliott: elementi fissi

Ci sono alcuni elementi che caratterizzano strutturalmente la teoria delle onde di Elliott:

  • L’onda 2 è pari al 60% della lunghezza della prima onda
  • L’onda 3 è spesso più grande dell’onda 1
  • L’onda 4 è pari al 30% e 40% dell’onda 3

Come usare la teoria delle onde di Elliott nel trading online

La teoria delle onde di Elliott è molto più complessa di quanto spiegato nei precedenti paragrafi. Gli elementi che però ho fornito sono sufficienti per affrontare quello che è il vero tema del post ossia come usare la teoria dell’onda di Elliott nel trading online.

La condizione preliminare all’impegno di questo strumento è la conoscenza dei meccanismi operativi. Se non sei sicuro oppure semplicemente vuoi prima fare dei test (mossa giustissima) apri un conto demo con un broker autorizzato come ad esempio eToro (qui il link ufficiale).

Perchè insisto molto sulla necessità di fare pratica? Il motivo è semplice: applicare la teoria di Elliott nel trading online non è affatto facile ed è necessario conoscere alla perfezione la teoria della sequenza delle onde che ho indicato in precedenza per poterla poi applicare sui grafici.

Il prezzo di un asset si muove secondo dei cicli ben precisi che puoi cogliere sfruttando la teoria di Elliott. Ad esempio è possibile che dopo tre movimenti al rialzo, la tendenza rialzista sia vicina alla fine e che i prezzi iniziano a muoversi in calo.

Nel caso di tendenza ribassista in atto vale il discorso opposto ossia dopo tre movimenti al ribasso, è possibile che il trend ribassista sia finito e che i prezzi siano destinati a salire.

In entrambi i casi la teoria delle onde di Elliott aiuta a determinare la successiva direzione del trend. Questo significa che puoi utilizzare le onde come valido strumento di ausilio per individuare il tuo punto di ingresso migliore.

Vuoi imparare a fare trading CFD usando la teoria delle Onde di Elliott? Inizia la tua esperienza aprendo un conto demo con un broker affidabile come Plus500 (qui il sito ufficiale).

Dopo aver imparato a fare trading, utilizza la teoria delle onde per anticipare i trend dei mercati.

+

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
200$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC, Consob, CNMV, BaFin, KNF
Strumenti Intregrati
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X

Valoreazioni.com

Avviso di rischio - Il 67-72% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.